Cerca

Vignettisti arabi condannano gli attentati e ricordano i morti in Medio Oriente /Guarda

SICUREZZA
Vignettisti arabi condannano gli attentati e ricordano i morti in Medio Oriente /Guarda

La Marianna dell'illustratore giordano Osama Hajjaj

Una Marianna che piange, davanti alla Tour Eiffel. Ma anche un uomo che resta accanto a un'Europa ferita voltando le spalle alle vittime di attacchi simili in Iraq, Siria o Libano. Sono queste alcune delle vignette realizzate e diffuse sui social media da disegnatori arabi per ritrarre gli attentati che venerdì hanno sconvolto Parigi e il mondo intero, causando la morte di almeno 129 persone. Vignette che mostrano dolore per quanto accaduto in Francia, ma che allo stesso tempo ricordano le tante vittime dei Paesi del Medioriente.

Il giordano Osama Hajjaj ha ritratto ad esempio una Marianna, rappresentazione allegorica della Repubblica francese, che piange china su se stessa con le mani a coprirsi il volto. Alle sue spalle c'è la Tour Eiffel, sulle sue ginocchia appaiono abbandonate la bandiera francese da un lato e la baionetta dall'altro.


#كاريكاتير_اسامه_حجاج #عطوة #فرنسا #تفجيرات_باريس #باريس #الارهاب #حرية #osama_hajjaj #france #paris #Liberty #paris_attacks #PorteOuverte #ParisAttacks

Posted by Osama Hajjaj on Sabato 14 novembre 2015

Il simbolo della Tour Eiffel viene anche raffigurata con toni chiari dal vignettista Emad Hajja, mentre un kamikaze dipinto di nero che la sovrasta pronto a farsi saltare in aria. Ancora la Tour Eiffel appare in una vignetta pubblicata dal giornale iraniano al-Alam, dove un jihadista del sedicente Stato islamico (Is) minaccia con un coltello di decapitare il monumento simbolo della Francia. La didascalia recita ''il terrorismo wahhabita colpisce Parigi".

Un altro vignettista raffigura invece una stanza d'ospedale, con un uomo che potrebbe essere il presidente francese Francois Hollande in rappresentanza della 'comunità internazionale', com'è scritto, che piange un paziente giacente con un dito bendato e la scritta 'Francia'. Alle sue spalle, ignorato, un secondo paziente, bendato dalla testa ai piedi, che lo guarda implorante. Sul suo corpo il cartello con la scritta 'Siria', a illustrare la diversa misura adottata rispetto agli obiettivi colpiti.

Il vignettista Ala al-Luqta raffigura invece la Francia come un panciuto signore che versa lacrime mentre la sua schiena è colpita da una freccia. Accanto a lui c'è un cittadino palestinese, magro e ricurvo sotto il peso di decine di frecce che hanno colpito le sue spalle, che tiene in mano un cartello con la scritta 'Rifiutiamo gli attentati terroristici di Parigi'. Su Arabi21 viene invece raffigurato il terrorismo che bussa alla porta dell'Eunione europea. Porta un sacco pieno di crani con la scritta ''politica dell'Occidente''.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.