Cerca

Siria, kamikaze fa strage al ristorante

SICUREZZA
Siria, kamikaze fa strage al ristorante

(Afp)

Sono 20, compresi cinque militari americani, le persone rimaste uccise nell'attacco a Manbij, nel nord della Siria, dove era in corso un pattugliamento delle forze Usa. Lo ha affermato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan in ichiarazioni rilanciate dal portale del quotidiano filogovernativo Sabah.


L'attacco, rivendicato dal sedicente Stato islamico (Is), è avvenuto all'interno del ristorante Kasr al-Umara in centro a Manbij dove erano presenti una quindicina di soldati americani. L'Is ha rivendicato l'attentato sull'organo di propaganda 'Amaq': ''Un attacco suicida sferrato con una cintura esplosiva ha colpito una pattuglia della coalizione internazionale nella città di Manbij'', si legge. (VIDEO)




La coalizione militare internazionale a guida Usa impegnata in Siria contro il sedicente Stato Islamico ha confermato l'uccisione dei soldati americani mentre ''stavano conducendo un pattugliamento di routine''. Non è stata invece indicata la natura della deflagrazione. In precedenza gli attivisti dell'Osservatorio siriano per i diritti umani avevano parlato di un attentato kamikaze.

Fonti curde hanno riferito che l'attentato è avvenuto intorno alle 13 ora locale, quando un uomo in abiti civili si è avvicinato ai militari americani e si è fatto esplodere. I soldati Usa erano a piedi nella zona del mercato di Manbij, vicino a un ristorante. Il presidente americano Donald Trump "è stato pienamente informato e continueremo a monitorare la situazione in Siria" ha detto Sarah Sanders, portavoce della Casa Bianca.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.