cerca CERCA
Domenica 28 Novembre 2021
Aggiornato: 09:20
Temi caldi

Al Maxxi si parla di muri con lo scrittore tedesco Peter Schneider

20 novembre 2014 | 19.03
LETTURA: 1 minuti

Al dibattito hanno partecipato l'architetto Alessandro Petti, il fotografo Seba Kurtis e la presidente del Museo, Giovanna Melandri

alternate text

"Se dio avesse fatto un muro attorno al Paradiso terrestre, Adamo ed Eva l'avrebbero superato subito, spinti dalla curiosità di sapere cosa c'era dall'altra parte. Così è la natura umana. I muri dopo un tempo devono crollare tutti, naturalmente con il nostro aiuto". Così lo scrittore tedesco Peter Schneider, che ha partecipato ieri al dibattito sul fenomeno della crescita dei muri che segnano i confini del mondo in cui viviamo. Assieme al punto di vista speculativo dello scrittore, autore di romanzi come 'Il saltatore del Muro' del 1982, del saggio 'Dopo il muro: i volti della nuova Germania' del 1992 e del recentissimo 'Berlin Now: The City After the Wall', c'erano quello operativo dell'architetto Alessandro Petti, e quello intimo del fotografo Seba Kurtis. All'incontro, moderato da Francesca Fabiani, ha partecipato anche il presidente della Fondazione Maxxi, Giovanna Melandri.

Il video dell'incontro girato da Insideart

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza