cerca CERCA
Giovedì 20 Gennaio 2022
Aggiornato: 03:18
Temi caldi

Egitto

Al-Qaeda vuole vendicare la morte di Morsi

28 giugno 2019 | 20.00
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Afp)

Al-Qaeda accusa le autorità egiziane per la morte del deposto presidente Mohamed Morsi e invita gli egiziani a ribellarsi ad Abdel Fattah al-Sisi. "Esprimiamo le nostre sentite condoglianze alla famiglia di Morsi - si legge in un messaggio diffuso sul web dall'organizzazione terroristica che accusa le autorità egiziane per la morte di Morsi - E' stato ucciso e tradito dalla mano del tiranno egiziano al-Sisi e dei suoi seguaci".
La morte di Morsi "aggiunge sangue all'elenco della lunga vendetta dei martiri della nazione islamica in generale e in particolare dei figli dell'Egitto - afferma il messaggio - Abbiamo giurato a Dio di continuare il nostro jihad finché non verseremo il sangue di questi tiranni fino a farlo scorrere sulla terra a fiumi".

"Vendichiamo i nostri martiri in terra egiziana - prosegue il testo - In questo senso chiediamo al popolo egiziano musulmano in tutte le sue componenti di aggrapparsi alla religione di Dio e di cercare seriamente di seguire la sharia tramite il jihad contro i tiranni".
Morsi, 67 anni, è morto il 17 giugno durante un'udienza di un processo a suo carico. Espressione dei Fratelli Musulmani, nel 2012 è stato il primo presidente eletto dell'Egitto del dopo-Mubarak. E' stato poi deposto nel 2013 e successivamente arrestato.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza