cerca CERCA
Domenica 17 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:33
Temi caldi

Al Senato arriva 'Panda', temperatura misurata a distanza

05 maggio 2020 | 10.31
LETTURA: 1 minuti

Posizionato all'ingresso principale: se la febbre è superiore ai 37,5° scatta una verifica 'umana' e in caso non si potrà entrare

alternate text
L'ingresso del Senato in un'immagine di repertorio (Fotogramma)

A Palazzo Madama la tecnologia si fa più sofisticata per tutelare la salute dei senatori e di tutti coloro che vi lavorano. Il nome fra gli addetti ai lavori è 'Panda' ma in concreto è un "sistema di rilevazione automatica a distanza della temperatura corporea quale misura anti-contagio da Covid 19". Così viene definito dall'avviso diffuso dall'ufficio di Questura del Senato, che, "su disposizione del Collegio dei Senatori Questori", ne annuncia l'operatività da oggi, 5 maggio.

Il dispositivo è in funzione all'ingresso principale di Piazza Madama (negli altri permangono i termoscanner) e viene spiegato che "per consentire una più accurata misurazione è necessario scoprirsi il capo e togliersi eventuali occhiali da sole per un paio di secondi". Visibile, apprende l'Adnkronos, per chi entra, e posto ad un'altezza di circa 2 metri e trenta. Il sistema "non rileva alcun altro dato oltre alla temperatura corporea" e le informazioni relative alle misurazioni non saranno conservate. Cosa succede se chi entra dal portone principale ha una temperatura superiore ai 37,5°? In tal caso un operatore sanitario provvederà alla conferma di quanto rilevato dal sistema e la persona non sarà ammessa nel Palazzo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza