cerca CERCA
Venerdì 17 Settembre 2021
Aggiornato: 15:13
Temi caldi

**Cicismo: Nibali, 'penso che vedremo sorprese al Tour de France'**

17 aprile 2020 | 18.06
LETTURA: 2 minuti

Per Nibali le imprevedibili condizioni dei ciclisti dopo il coronavirus potrebbero sparigliare ogni previsione

alternate text

Con gli atleti in vari stadi di allenamento, dovuti agli stop a macchia di leopardo a causa delle differenti regole sugli allenamenti per il coronavirus, "penso che vedremo sorprese al Tour de France". Lo afferma, in una diretta Facebook, Vincenzo Nibali. "Sarà un Tour interessante anche da questo punto di vista. Poi dipende da come reagiscono i fisici, magari si entra in condizione dalla terza tappa e chi magari andava piano prima" cambia passo, anche se "in una corsa a tappe bisogna essere più regolari possibile. Al momento lo Squalo è in Svizzera, "qui è permesso andare in bici e mi alleno 2 o 3 ore al giorno, alternando con la mountain bike". Quanto agli obiettivi, "il Giro sicuramente, magari il mondiale ma lì l'ultima parola spetta a Davide Cassani, mi devo meritare il posto".

Proprio sul Giro si dirigono tutte le energie dello Squalo, e anche lì Nibali si aspetta sorprese: "un Giro d'Italia a ottobre cambierà moltissimo le nostre aspettative, magari in montagna potremmo trovare la neve, e ci sarà probabilmente tantissima pioggia. Ho parlato anche con Mauro Vegni (il direttore ciclismo di Rcs Sport, ndr), e ancora non sappiamo come sarà gestito. Non sappiamo neanche la partenza, se dall'Ungheria o se sarà tutta siciliana". E se ci fosse "l'opportunità di una Milano-Sanremo a luglio, perché no, la farei molto volentieri".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza