cerca CERCA
Lunedì 02 Agosto 2021
Aggiornato: 21:33
Temi caldi

Caccia: Basilicata, al via abbattimento selettivo dei cinghiali

01 agosto 2014 | 21.02
LETTURA: 2 minuti

Per l'assessore all'Ambiente, Aldo Berlinguer, si è trovata una soluzione ''a metà strada, fra emergenza danni dai cinghiali, sicurezza dei cittadini ed esigenze dei cacciatori lucani''

alternate text

Si terra' a partire da questo mese l'abbattimento selettivo dei cinghiali, per fronteggiare l'emergenza dei danni all'agricoltura provocati dall'enorme numero di ungulati che e' in sovrappopolamento. La giunta regionale ha deciso di modificare una norma del calendario venatorio che stabiliva al 2 agosto l'inizio del sele-controllo ma sul punto ci sono stati pareri opposti delle associazioni ecologiste e dei cacciatori. Questi ultimi chiedevano un'estensione del periodo ed un aumento del numero di capi da abbattere.

Per l'assessore all'Ambiente, Aldo Berlinguer, si è trovata una soluzione ''a metà strada, fra emergenza danni dei cinghiali, sicurezza dei cittadini ed esigenze dei cacciatori lucani''. Si stabilisce, così, che siano gli Ambiti territoriali di caccia (Atc) a decidere la data di apertura della caccia di selezione dal 2 agosto ad una data diversa, purché non oltre il 1° settembre. Altre misure sono state attivate dalla Regione per il controllo dei cinghiali e per le tutele degli agricoltori.

Sono 120 le richieste pervenute per i contributi alla realizzazione di recinti elettrificati. Altre concessioni sono state fatte alle associazioni venatorie: il 14 settembre, ai soli cacciatori residenti e domiciliati in Basilicata e' consentita, nelle stoppie e negli incolti, la caccia alla quaglia (massimo cinque capi a persona); inoltre, l'addestramento dei cani da ferma, da seguita e da cerca e' consentito dal 2 al 31 agosto fino al tramonto mentre, nel periodo di svolgimento della caccia di selezione, viene escluso il tardo pomeriggio.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza