cerca CERCA
Venerdì 20 Maggio 2022
Aggiornato: 10:09
Temi caldi

Al via prima edizione Olimpiadi nazionali Erasmus

11 aprile 2014 | 09.49
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Ancona, 11 apr. (Labitalia) - Prima edizione italiana delle Olimpiadi nazionali Erasmus che si svolgeranno da oggi al 13 aprile nelle Marche. L'evento, promosso dalle associazioni Erasmus student network di Camerino, Macerata e Ancona, vede la realizzazione di vere e proprie Olimpiadi a cui partecipano le squadre che più si sono distinte nei vari sport degli atenei italiani.

Diffonde il messaggio del 'vivere sano' praticando attività fisica, con il valore aggiunto di creare punti di aggregazione con studenti stranieri. "Le Marche si confermano terra accogliente e promotrice di valori -ha dichiarato l'assessore alle Politiche giovanili, Paola Giorgi- che sono legati allo sport e in questo contesto assumono un significato più ampio grazie all'attivismo dei nostri giovani, delle nostre università, alla loro capacità di includere, aprirsi al confronto, internazionalizzare. E' poi degna di merito l'attenzione rivolta agli studenti disabili in mobilità a cui questa prima giornata è dedicata".

Nell'evento è stata, infatti, inserita 'ExchangeAbility', progetto rivolto a studenti diversamente abili e volto a incrementare il numero di studenti disabili in mobilità, coinvolgendoli in tutte le attività promosse dall'Erasmus student network.

"Con grande soddisfazione -ha sottolineato il rettore Unicam, Flavio Corradini- ho accolto la notizia che l'università di Camerino fosse uno degli atenei coinvolti in questa edizione delle olimpiadi Erasmus e che fosse stata scelta Ascoli Piceno come sede dell'evento. L'internazionalizzazione, che in questa occasione si lega allo sport, è una delle linee strategiche del nostro ateneo -ha fatto notare- e ne caratterizza fortemente la mission, tanto che, ad oggi, il nostro ateneo conta l'11% di studenti stranieri iscritti. Il confronto e lo scambio tra giovani di diverse culture ritengo rappresenti un elemento fondamentale di crescita, importante per la formazione non solo di laureati competenti, ma di cittadini responsabili: è per questo che continueremo su questa strada".

"Il nostro network ha scelto a larga maggioranza le Marche, che entreranno così nella storia del programma Erasmus+, e le sue sedi locali Esn per realizzare la prima storica edizione di questo evento -ha concluso Carlo Bitetto, presidente Esn Italia- che vedrà oltre 500 giovani provenienti da decine di Paesi europei radunarsi per tre giorni e praticare sport in modo sano e grintoso. Mai scelta fu più azzeccata. Il territorio e le sue istituzioni hanno risposto con entusiasmo, fornendo, ognuno per il proprio ruolo, supporto concreto all’iniziativa. Occorre cogliere l'occasione per sottolineare quanto sia importante che i nostri atenei diventino sempre più accessibili agli studenti disabili. Il nuovo Erasmus+, seguendo le linee dell'Unione europea, dovrà davvero essere un’opportunità per tutti".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza