cerca CERCA
Martedì 29 Novembre 2022
Aggiornato: 12:08
Temi caldi

Comunicato stampa

Alcuni scambi in borsa potrebbero ammorbidire la recessione agli investitori

15 maggio 2020 | 16.11
LETTURA: 4 minuti

alternate text

Milano, 15/05/2020 - La guida dei mercati finanziari mondiali è in mano a venditori e acquirenti e le operazioni che vi si svolgono avvengono secondo due diverse modalità: quella dei mercati normali e quella dei mercati di crisi. Un trader di successo deve assolutamente essere in grado di valutare i momenti del mercato, cioè quando ci si trova in presenza di una crisi.

In base alla valutazione del momento, le regole da seguire da parte del trader di successo saranno diverse, anche se impostate sul concetto della massima attenzione. Saper distinguere tra una piccola crisi relativa a una determinata area del pianeta e una crisi mondiale, è molto importante. Alcuni avvenimenti del passato ne sono un esempio, come la crisi finanziaria che ha colpito il mondo nel biennio 2007-2008, ma anche quella causata dalla Seconda Guerra Mondale e dalla guerra del Vietnam e la crisi di Cuba del 1062, con la Russia che installò sull’isola i suoi missili.

Per valutare l’entità della crisi, i trader possono monitorare se i mercati finanziari si muovono coerentemente con una volatilità insolitamente elevata. Per far questo, si prende come riferimento l’indicatore di variabilità reale media a lungo termine e lo si confronta con i dati recenti dei mercati azionari a intervalli giornalieri, e anche con gli indici del mercato delle materie prime e del Forex.

Se gli intervalli attuali persistono per diversi giorni superiori alle medie nel lungo periodo, con la tendenza alla diminuzione, l’indicazione è di una crisi grave.

Come effettuare le negoziazioni durante una crisi mondiale

Durante un periodo di crisi mondiale, effettuare il trading di Forex per azioni o per materie prime potrebbe rivelarsi molto pericoloso ma anche molto redditizio per chi sa cosa è il Forex; seguendo delle regole generali si avrà la possibilità di non compromettere il proprio conto di trading e avere dei movimenti proficui.

In prima istanza, il trader deve considerare che ogni giorno il mercato azionario abbia una quantità di mosse almeno pari a quella che è stata la mossa giornaliera maggiore dalla data di inizio della crisi. In una situazione di questo genere, si deve tenere presente la possibilità che in pochi giorni il mercato azionario subisca un calo anche del 50%.

Il momento di una crisi mondiale è l’unico nel quale ha un senso shortare i mercati azionari, mentre nei momenti delle crisi più moderate, per i venditori allo scoperto, accade sovente di rimanere da chi acquista le flessioni dei prezzi.

Le migliori opportunità di trading durante una crisi mondiale sono quelle delle prime settimane e, in particolare, dei primi giorni. È molto importante mantenere ridotte le dimensioni della posizione di trading, anche se l’apertura di operazioni più grandi sembra allettante: ad una vera fortuna in termini di guadagno qualora risultassero positive, si oppone una eventuale perdita importante in caso di negatività.

Il consiglio è quello di operare applicando degli aggiustamenti da svalutazione proprio a causa della volatilità molto elevata, in relazione alla quale si devono mantenere stretti gli stop loss e non tenere conto se, in alcuni scambi, ci sono state delle minime perdite.

Un altro fattore importante è quello di non prestare attenzione ai livelli di supporto e resistenza, poiché la generale mancanza di liquidità all’interno del mercato finanziario e il forte sentimento saranno in grado di sopraffarli. Un’eccezione possibile a questa regola può avvenire quando, nella giornata borsistica, il prezzo ha già fatto registrare una mossa molto grande e mostra segnali importanti di inversione.

Una regola da seguire è anche quella di non uscire da uno scambio troppo velocemente, cercando di trarre un profitto immediato. È consigliabile, invece, attendere l’inversione dell’azione dei prezzi seppure il quadro d’insieme delle trattative sia a breve termine.

Non si deve pensare che sia necessario scambiare tutto quello che è compreso nel mercato azionario, ma si deve puntare su una merce principale, accompagnata da una coppia di Forex, senza cedere alla voglia di passare di una all’altra. Aprire tre operazioni in contemporanea potrebbe risultare negativo e causare un maggiore rischio.

In questi momenti, le coppie di valute Forex Exchange, che normalmente offrono ai trader dei movimenti molto limitati, possono risultare importanti poiché soggette a delle attività di scambio più forti.

Durante una crisi mondiale, si potrebbe puntare su scambi di greggio o di metalli preziosi, che potrebbero avere dei ribassi secondo la grandezza e la durata della crisi. Dopo aver acquistato dei prodotti, non è importante effettuare immediatamente degli scambi, soprattutto perché non va sottovalutato che la crisi coinvolge tutti i mercati finanziari mondiali e una certa dose di prudenza è sempre necessaria.

Per informazioni:

Libertex è un broker specializzato in CFD e criptovalute che opera nel mercato internazionale dal 1997 con regolamentazione CySEC. Ai più di 2 milioni di clienti raggiunti negli anni, vengono offerti oltre 200 asset di negoziazione, facendo massima attenzione al loro massimo livello qualitativo. Per due anni di seguito, 2017 e 2018, ha vinto il prestigioso Forex Award come miglior broker per le criptovalute.

E-mail: info@libertex.com

Facebook: https://www.facebook.com/Libertex.EU/

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza