cerca CERCA
Giovedì 11 Agosto 2022
Aggiornato: 18:46
Temi caldi

Fi: ieri Alemanno da Fitto, Fdi 'interesse ma non interferiamo'

28 novembre 2014 | 15.44
LETTURA: 3 minuti

Si apre dibattito sulla presenza di ex An ieri al Tempio di Adriano, Meloni e La Russa: ''interesse'' per tutto quello che si muove nel centrodestra ma per ricostruire ''si deve ricominciare da zero''. L'ex An Bianconi si sfoga: ''Io ingrato? Non devo nulla a Berlusconi''

alternate text
Gianni Alemanno

Ha fatto rumore la presenza di una folta delegazione di ex An, ieri, al convegno organizzato da Raffaele Fitto contro le tasse del governo Renzi. In platea sono spuntati alcuni degli ex 'colonnelli finiani' e due ex ministri del Berlusconi quater come Francesco Storace e Andrea Ronchi. C'era Gianni Alemanno, che ora fa parte del direttivo di Fratelli d'Italia, il movimento politico fondato nel dicembre del 2012 da Ignazio La Russa, Giorgia Meloni e Guido Crosetto. All'interno di Fdi si sono interrogati sulla presenza dell'ex sindaco di Roma, che ha fatto un vero e proprio endorsement per l'ex ministro pugliese: ''Sono qui, perché voglio seguire tutto quel che di nuovo si sta muovendo nel centrodestra: Fitto vuole costruire un qualcosa di alternativo a Renzi, lo ha sempre detto e noi siamo d'accordo pienamente con lui su questo".

Meloni non ci trova nulla di male, ma parla di tanto rumore per nulla: ''Fitto dice delle cose interessanti e intelligenti, molte delle quali sono state segnalate da noi per primi. E' normale che ci sia la curiosità di andare ad ascoltare''. La Russa è più critico: ''Comprendo le ragioni per cui alcuni ex di An sono andati da Fitto, e cioè il desiderio che vi sia un nuovo inizio del centrodestra, ma credo che non sia opportuno dare l'impressione di voler interferire nella dialettica interna di Forza Italia''.

''Io guardo con piacere al riavvicinamento di Fitto e Berlusconi -dice all'Adnkronos l'ex ministro della Difesa- che potrebbe aprire la strada a una fase veramente nuova e diversa di un centrodestra che ha bisogno di cominciare tutto daccapo se non da zero. Quello che è certo è che, qualsiasi cosa possa nascere, si debba fare con il concorso dei nostri elettori e non accordi diversi'', avverte La Russa.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza