cerca CERCA
Lunedì 23 Maggio 2022
Aggiornato: 13:09
Temi caldi

Algeria, bikini al bando sulle spiagge: arrivano i ‘comitati per il pudore’

13 giugno 2014 | 11.54
LETTURA: 3 minuti

L’iniziativa è di un gruppo di giovani dei quartieri popolari di Algeri che hanno lanciato la campagna ‘Spiagge islamiche con valori algerini’. Vietati anche i palloni e la musica ad alto volume

alternate text
(Foto Infophoto) - INFOPHOTO

Alcuni ‘comitati per il pudore’ per garantire il rispetto dei valori islamici saranno dispiegati nelle spiagge dell’Algeria in vista della stagione estiva. L’iniziativa è di un gruppo di giovani dei quartieri popolari della capitale Algeri, quali Bab el-Oued, al-Raies Hamidou, al-Hammamat, Baynam e altri ancora, che in collaborazione con alcune moschee e imam locali hanno lanciato la campagna ‘Spiagge islamiche con valori algerini’. Come spiega il sito del quotidiano algerino ‘Echorouk’, lo scopo è quello di garantire non solo la pulizia dei litorali, ma anche di creare spazi riservati alle famiglie e soprattutto “lottare contro ogni forma di nudità e indecenza che potrebbero disturbare il senso del pudore delle famiglie”.

Nelle spiagge dei ‘comitati per il pudore’ saranno ovviamente al bando costumi e bikini, ma anche i palloni e la musica ad alto volume: “L’idea è nata da alcuni giovani e incoraggiata dagli imam del quartiere, nonché da Protezione civile e forze di sicurezza”, ha spiegato Salim Rakhis, presidente del comitato di al-Hammamat. La prima fase del progetto “riguarderà 15 spiagge, dove i giovani collaboreranno con la sicurezza e la Protezione civile per garantire il rispetto e il pudore, vietare ai ragazzi di mescolarsi con le famiglie, assicurare che nessuno faccia il bagno con costumi indecenti o che vengano gettati rifiuti a terra”, ha aggiunto.

I giovani impegnati nel progetto “hanno frequentato un corso di formazione ad hoc”, mentre in parallelo le moschee “stanno sensibilizzando i cittadini durante i sermoni del venerdì affinché le spiagge siano luoghi sicuri, puliti e rispettosi dei valori morali, dove sia possibile anche svolgere la preghiera, e quindi liberi da ogni forma di nudità, consumo di droga o di alcool”, ha sottolineato Rakhis, che annuncia: “L’iniziativa sara’ allargata presto a tutte le spiagge della capitale”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza