cerca CERCA
Venerdì 20 Maggio 2022
Aggiornato: 10:41
Temi caldi

Algeria: presidenziali, fronte anti-Bouteflika minaccia proteste a oltranza

15 aprile 2014 | 10.44
LETTURA: 2 minuti

(Aki) - "Barakat continuera' a battersi'' in Algeria anche dopo le elezioni presidenziali di giovedi' ''per l'instaurazione di una societa' delle liberta', per la giustizia sociale e per la riabilitazione della cittadinanza". E' quanto ha dichiarato Samir Belarbi, esponente del movimento 'Barakat' che si oppone alla rielezione a un quarto mandato del presidente algerino Abdelaziz Bouteflika, candidato alle elezioni, e che fa appello a un cambiamento pacifico in Algeria. "Le presidenziali permettono al sistema attuale di restare al potere", ha aggiunto Belarbi, secondo cui "queste elezioni sono un affronto ai martiri e un'offesa al popolo" algerino.

Tra le azioni che intende intraprendere dopo il voto, il fronte anti-Bouteflika ha ricordato di voler denunciare per diffamazione alcuni esponenti del governo attuale, tra i quali il direttore della campagna del presidente uscente, Abdelmalek Sellal, cosi' come la rete televisiva privata 'Numidia News'. Diversi membri di 'Barakat', secondo lo stesso movimento, sono stati accusati di essere coinvolti in un complotto contro l'Algeria ordito da Paesi stranieri. Accuse queste che rappresentano "un insulto all'onore" degli attivisti del gruppo, ha detto l'avvocato Abdelghani Badi, per il quale "la mano straniera" di cui parla il governo "e' lo stesso sistema in atto", ricordando che "Bouteflika si e' lamentato con il ministro degli Esteri spagnolo degli eccessi verificatisi in campagna elettorale, anziche' rivolgersi al suo popolo".

'Barakat', che da quando e' stato creato a marzo ha organizzato 17 sit-in di protesta in tutto il Paese, "non e' un movimento insurrezionale" ed e' pronto a lavorare "con tutti gli attori che si adoperano per il cambiamento", ha sottolineato l'attivista Mustapha Benfodil, mentre l'esponente di spicco Amira Bouraoui ha precisato che "l'uscita di scena del sistema attuale e' la prima soluzione per la crisi algerina".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza