cerca CERCA
Domenica 26 Giugno 2022
Aggiornato: 07:06
Temi caldi

Alimenti, in Italia 8 millennials su 10 consumano surgelati abitualmente

04 dicembre 2020 | 08.55
LETTURA: 3 minuti

alternate text

In Italia 8 millennials su 10 consumano surgelati abitualmente. Ad indagare le abitudini di consumo delle persone nate fra il 1980 e il 1995 che nel nostro paese sono a circa 13 milioni, è una ricerca commissionata dall'Istituto italiano alimenti surgelati alla Doxa dal titolo 'Millennials e alimenti surgelati', condotta su 800 persone tra i 24 ei 40 anni. Partiamo da un dato, la ricerca Doxa – Iias racconta che la spesa è una questione da Millennials. Nove su 10 (91%), infatti, amano farla per tutta la famiglia, così come amano cucinare. Solo 1 su 10 (9%) delega questi compiti al compagno/a o al genitore.

Sono particolarmente attenti ai prodotti che comprano e non si limitano alla spesa nel supermercato o nel negozio sotto casa: 7 su 10 (66%) scelgono il proprio supermercato di fiducia anche se lontano dalla propria abitazione. Un po’ a sorpresa, invece, scopriamo che non sono molto avvezzi alla spesa online: la fanno appena il 5% degli under 40. Surgelati che passione, verrebbe da dire, perché la quasi totalità dei Millennials italiani consuma alimenti surgelati (99%) e 8 su 10 (77%) lo fa almeno 1 volta a settimana. Allo stesso tempo c’è una schiera di appassionati dei frozen foods (il 35% del campione) li consuma addirittura almeno 2 volte a settimana.

Dati, questi, amplificati dal lockdown. Durante il periodo di chiusura, in Italia, circa 1 consumatore under 40 su 4 (26%) ha addirittura raddoppiato il consumo di surgelati, il 36% ne ha aumentato il consumo un po’ più del solito, mentre il 34% non ha cambiato la quantità consumata. “La ricerca ci conferma che i giovani amano gli alimenti surgelati e che fanno parte a pieno titolo della loro dieta. Li scelgono per la loro versatilità in cucina (62% del campione), perché rendono sempre disponibile, anche fuori stagione, diversi alimenti (57%) e perché aiutano ad evitare gli sprechi (35%)" spiega Vittorio Gagliardi, portavoce di Iias, Istituto italiano alimenti surgelati.

"Eppure, esistono ancora tante proprietà che hanno questi alimenti e che non sempre i giovani conoscono. Un esempio? Solo il 14% degli intervistati li acquista pensando che abbiano le stesse caratteristiche nutrizionali dei prodotti freschi. In realtà sappiamo che è così, anzi è proprio questo uno dei loro punti di forza” conclude Gagliardi. L’indagine Doxa - IIAS ha anche analizzato il comportamento degli under 40 rispetto al consumo di alimenti surgelati 'fuori casa'. La prima evidenza è che tutti sanno (97%) che nei bar, tavole calde e ristoranti vengono utilizzati i prodotti surgelati.

Un dato che non influenza particolarmente i consumatori, visto che il 60% sceglie cosa mangiare o meno al ristorante a prescindere che si tratti di un alimento surgelato, sdoganando il tema dell’asterisco. I millennials attribuiscono l’utilizzo dei surgelati in cucina da parte dei ristoranti, in primo luogo, al fatto di avere prodotti disponibili tutto l’anno (71%), a seguire per ridurre gli sprechi alimentari (39%), e poi per una questione di sicurezza alimentare (25%).

Tra gli alimenti e le ricette più amate dai millennials troviamo al primo posto i vegetali, siano essi intesi come verdure, in particolare spinaci e verdure varie, che sono le preferite da 1 millennials su 2 (48%), siano esse leguminose come piselli e fagiolini (30%). A seguire, troviamo il pesce, lavorato (46%) e al naturale (42%), le patatine fritte (35%) e la pizza (25%), insieme al gruppo formato da minestroni, zuppe e vellutate (24%).

Non è solo una questione di convenienza o di mancanza di tempo. Se una volta su due (50%) i millennials italiani ricorrono ai surgelati perché hanno poco tempo a disposizione, nel 34% dei casi vengono presi in considerazione dai millennials ogni volta che si vuole (34%), oppure quando si vuole cucinare qualcosa di sfizioso (26%), veloce di ritorno dallo sport (25%) o di salutare (18%).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza