cerca CERCA
Martedì 07 Febbraio 2023
Aggiornato: 09:17
Temi caldi

Alimenti: via 'segreto' su aziende italiane che usano ingredienti stranieri

09 maggio 2014 | 11.08
LETTURA: 2 minuti

Roma, 9 mag. (Adnkronos Salute) - Saranno resi pubblici i flussi commerciali delle materie prime provenienti dall'estero e utilizzati per la produzione alimentare in Italia. Ad annunciarlo è il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che ha accolto la richiesta presentata dal presidente di Coldiretti, Roberto Moncalvo. Un decisione arrivata dopo le proteste degli agricoltori sul Brennero e le molteplici iniziative di mobilitazione messe in campo da Coldiretti per contrastare le aggressioni al 'made in Italy', frutto della lavorazione nel nostro Paese di prodotti alimentari oggetto di importazione o di scambio intracomunitario e della loro successiva messa in commercio come prodotti autenticamente italiani.

Il ministro ha quindi disposto l'immediata costituzione di un comitato presso il dicastero, composto da esperti della materia, incaricato di definire in tempi brevi le modalità attraverso cui "saranno rese disponibili le informazioni relative alla provenienza dei prodotti agro-alimentari a soggetti che dimostrino un legittimo interesse all'utilizzo di tali dati", precisa una nota da Lungotevere Ripa. La Coldiretti aveva infatti chiesto che venisse tolto il 'segreto di Stato' su questi dati, evidenziando come il 33% della produzione complessiva dei prodotti agro-alimentari venduti in Italia ed esportati con il marchio 'made in Italy' sono in realtà prodotti con materie prime che arrivano dall'estero, all'insaputa dei consumatori e a danno delle aziende agricole. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza