cerca CERCA
Mercoledì 19 Gennaio 2022
Aggiornato: 02:35
Temi caldi

Alitalia, troppe assenze improvvise: Ball convoca i sindacati

15 settembre 2016 | 18.51
LETTURA: 3 minuti

alternate text
- FOTOGRAMMA

Troppe assenze tra piloti e assistenti di volo. Negli ultimi giorni, Alitalia si è trovata a fronteggiare un'"emergenza operativa" causata proprio dall'arrivo di un numero di certificati di malattia del personale navigante superiore alla media. Ed è per questo che l'amministratore delegato, Cramer Ball, ha convocato 'ad horas', tra ieri sera e oggi, i rappresentanti delle organizzazioni di categoria per affrontare la situazione che ha portato alla cancellazioni e ritardi di voli e che ora sarebbe in via di superamento.

Un ulteriore focolaio di tensione, quello delle malattie improvvise (un deja vù nelle vicende della compagnia), che si è acceso in questi giorni proprio mentre è in corso un difficile confronto per scongiurare il nuovo sciopero proclamato per il 22 settembre prossimo. Ma, oltre alla soluzione dell'emergenza operativa, l'obiettivo principale per l'azienda è proprio quello di evitare l'astensione dal lavoro che, questa volta, è di 24 ore. E, nei due round di incontri delle ultime ora, Ball, riferiscono fonti della compagnia, ha confermato la propria apertura al confronto e la volontà di arrivare a una soluzione comune. Il momento è delicato con l'economia che rallenta, con il rischio terrorismo, con la concorrenza sempre più aggressiva delle compagnie low cost sul breve e medio raggio. Di qui l'appello di Ball rivolto ai sindacati di remare tutti nella stessa direzione per conseguire gli obiettivi di rilancio della compagnia, a cominciare dal ritorno all'utile nel 2017.

Sono ora attesi a stretto giro di posta nuovi incontri per tentare di sciogliere i nodi che sono alla base dello sciopero del 22 settembre. I sindacati indicano, tra gli altri, l'aumento dell'orario di lavoro, le procedure di licenziamento individuale di assistenti di volo per bassa produttività, la cessione di attività a vettori extracomunitari, le agevolazioni di viaggio per il personale navigante. A questo punto, verosimilmente, l'incontro ai massimi livelli tra vertici aziendali e vertici confederali di Cgil, Cisl e Uil per esaminare la 'fase due' del piano industriale al quale sta lavorando il top management dovrebbe avvenire una volta superata l'emergenza sciopero, e quindi dopo il 22 settembre.

Alitalia ha rappresentato una situazione di estrema difficoltà data sia dalla competizione nel trasporto aereo che dall’andamento economico, dalle ricadute del prossimo sciopero del 22 e soprattutto dalle assenze che in questi giorni hanno portato a cancellare alcuni voli”, riferisce il segretario nazionale della Filt-Cgil, Nino Cortorillo, che assicura la volontà di trattare fino in fondo". Intanto, l'Ugl prende le distanze e stigmatizza "le azioni poco chiare messe in atto da pochi che, tuttavia, stanno determinando in queste ore criticità inaccettabili, oltre al rischio di gravi ripercussioni sulla tenuta industriale di questa azienda”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza