cerca CERCA
Domenica 23 Gennaio 2022
Aggiornato: 22:47
Temi caldi

Danza

Alla Filarmonica Romana l'omaggio a Bunuel di Miguel Angel Berna

05 aprile 2018 | 16.22
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Alla Filarmonica Romana l'omaggio di Miguel Angel Berna a Bunuel con 'Tierra y Alma'

Prosegue l’VIII edizione del Festival Internazionale della Danza di Roma della Filarmonica Romana e Teatro Olimpico dopo l’inaugurazione dello scorso 8 marzo con due classici della coreografia italiana di oggi ('Carmen' di Amedeo Amodio e 'Mediterranea' di Mauro Bigonzetti). Dal 13 al 15 aprile il palcoscenico del teatro capitolino ospita in prima italiana 'Tierra y Alma', la nuova produzione del ballerino e coreografo di Saragozza Miguel Ángel Berna e della sua compagnia, fra le maggiori di Spagna. Un omaggio a Luis Buñuel, attraverso un itinerario simbolico in cui si alternano visioni, pensieri e preoccupazioni che hanno segnato il lavoro del grande cineasta e sceneggiatore aragonese, anche lui come Berna di Saragozza, fra i più celebri esponenti del cinema surrealista del secolo scorso.

Principale danzatore spagnolo della jota aragonese, ballo tradizionale che ha successivamente integrato con il balletto classico, la danza contemporanea e il flamenco, creando un suo stile personalissimo, Miguel Ángel Berna costruisce un viaggio coreografico e musicale, impreziosito dalla presenza di alcuni musicisti della storica Cofradía Tambores de Albalate del Arzobisp, in cui la terra, la morte, il simbolo, la carne e il desiderio tracciano un percorso frammentario che appartiene solo alla profondità dell’inconscio e del suo universo onirico.

Un omaggio, dunque, al ricordo di questa terra aragonese che non ha mai smesso di battere nel cuore di Buñuel. Il ritmo del tamburo, il suono delle campane, testimoni dei legami indissolubili che lo legavano alla sua identità e alla sua memoria.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza