cerca CERCA
Sabato 22 Gennaio 2022
Aggiornato: 09:14
Temi caldi

Capolavori

Mostra Venezia: restaurato 'Amarcord', sabato proiezione in prima mondiale

31 agosto 2015 | 16.26
LETTURA: 4 minuti

alternate text

Sabato nella sala Volpi della Mostra del Cinema di Venezia, sarà proiettata in prima mondiale la copia restaurata di 'Amarcord', capolavoro di Federico Fellini. Il film, tornato all'antico splendore, verrà proiettato anche a Rimini nei giorni successi al debutto veneziano. Un risultato reso possibile e raggiunto grazie all’incontro e alla passione di molti, dalla Cineteca di Bologna a Yoox.com, dalla Warner Bros. alla Cristaldi Film, in collaborazione con il Comune di Rimini. Riportare 'Amarcord' è stata un'operazione che per mesi ha coinvolto istituzioni e professionisti, tutti impegnati nel restauro del capolavoro che, 40 anni fa, valse a Fellini il suo quarto Oscar.

Un restauro attento, lungo e complicato, quello cui è stato sopporto 'Amarcord', tutto teso a restituire all'occhio quello che il tempo necessariamente ha rovinato, senza però compromettere il legame con la copia originale. Quello che per molti è il film perfetto è stato così riconsegnato alla bellezza dei suoi colori, dei suoi suoni e delle sue atmosfere attraverso un rigoroso intervento sui negativi, prima ripuliti e riparati da graffi e rotture, poi scansionati e trasformati in file digitali. Rende preziosa e unica questa operazione filologica, condotta dal laboratorio dell''Immagine ritrovata', il recupero, parte nei magazzini della Cineteca di Bologna e parte negli archivi del produttore Cristaldi, di materiale inedito e di straordinario valore documentario.

Si tratta di un tesoro di immagini mute e mai montate, di scene di lavorazione e di provini, che svelano allo studioso i segreti dell'arte di un genio e portano lo spettatore a diretto contatto con l'espressione della sua creatività. Di questo materiale, in occasione dell'anteprima alla Mostra del cinema di Venezia, sarà mostrato uno stralcio di 10 minuti, mentre per l'anno prossimo ne è prevista una rielaborazione, in un film di circa un'ora. "Amarcord è un capolavoro senza tempo - ha commentato il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi - l’opera di un genio grazie al quale le apparentemente circoscritte cronache di una piccola provincia sono diventati pezzi di un ‘romanzo di formazione’ in cui ci si può riconoscere a Roma o New York o Tokio".

"Ma l’essere di Rimini comporta un attaccamento non solo intellettuale ma sentimentale alle pellicola Non solo - ha aggiunto Gnassi - in questo suggestivo upgrade chiamato 'operazione Amarcord', ideato e realizzato da Cineteca di Bologna, Comune di Rimini e Yoox, resta allo stesso modo altissimo il grado di coinvolgimento riminese". Il restauro di 'Amarcord' è stato realizzato a partire dal negativo camera che è stato scansionato sotto liquido alla risoluzione 4K. Nel negativo originale alcune inquadrature erano state sostituite nel tempo con un internegativo di seconda generazione.

Per queste inquadrature in alcuni casi è stato ritrovato, e quindi reintegrato nella versione restaurata, il negativo originale che era stato sostituito a causa di gravi rotture. Dove non è stato possibile reintegrare il negativo originale, le parti di internegativo sdi seconda generazione sono state scansionate e restaurate a partire da un interpositivo e da un reversal internegativo entrambi di prima generazione. Il suono è stato restaurato a partire dal mix magnetico italiano e dal negativo suono dialoghi, musica ed effetti. Il grading digitale è stato supervisionato dal Direttore della fotografia del film, Giuseppe Rotunno. Una copia d’epoca in buone condizioni proveniente dalla Cinémathèque Royale del belgique è stata utilizzata come riferimento per la posa degli elementi. L'intero restauro è stato eseguito presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata nel 2015.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza