cerca CERCA
Giovedì 06 Ottobre 2022
Aggiornato: 10:38
Temi caldi

Paura su un Airbus, scortato da due caccia atterra a Fiumicino: allarme bomba rientrato

14 settembre 2014 | 15.23
LETTURA: 3 minuti

Un bagaglio senza proprietario ha fatto scattare l'allerta e l'immediato atterraggio. L'aereo della compagnia libanese 'Middle East Airlines' era partito da Ginevra: a bordo 118 passeggeri. Dopo i controlli ha ripreso il volo per Beirut. Il boato degli Eurofighter dell'aeronautica spaventa la zona di Roma Nord: decine le chiamate ai vigili del fuoco

alternate text

Allarme rientrato a Fiumicino. La Polizia di frontiera in servizio all'aeroporto ha svolto tutti i controlli sull'Airbus 320 della compagnia aerea libanese 'Middle East Airlines' in volo da Ginevra a Beirut, sul quale era stato segnalato un bagaglio sospetto.

La Polizia ha garantito i profili di sicurezza previsti in questi casi, passando al setaccio l'aereo.

La situazione in aeroporto è tornata alla normalità e l'aereo - che era stato scortato nello scalo romano da due caccia Eurofighter dell'Aeronautica Militare per un atterraggio di emergenza verso le 14 - ha potuto riprendere il volo per Beirut. A bordo 118 passeggeri e 7 membri di equipaggio.

Spavento a Roma per i boati dei due caccia - Momenti di paura per gli abitanti di diverse zone a nordest della capitale e dei comuni vicini che hanno sentito due forti boati simili ad esplosioni: a crearli i due caccia che si sono alzati in volo per scortare l'aereo della compagnia libanese Mea.

In tanti appena sentito i due boati hanno chiamato i vigili del fuoco che hanno risposto a decine di cittadini. C'è chi ha preferito poi chiedere informazioni usando Twitter: "Un forte botto si è potuto sentire a #Guidonia. Le finestre di casa - scrive in un tweet Andrea - hanno tremato e in cielo ci sono due aerei".

"Stesso momento grande boato - riporta Antonia su Twitter - zone: Tivoli, Monterotondo, Riano, Guidonia, Viterbo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza