cerca CERCA
Sabato 31 Luglio 2021
Aggiornato: 08:04
Temi caldi

Allarme smog, targhe alterne a Roma lunedì e martedì. A Milano tre giorni di stop

24 dicembre 2015 | 13.09
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Infophoto) - INFOPHOTO

Lunedì 28 e martedì 29 dicembre tornano le targhe alterne. A fermarsi, nella Fascia Verde, dalle 7,30 alle 12,30 e poi dalle 16,30 alle 20,30, saranno lunedì autoveicoli e motoveicoli con targa dispari e martedì auto, moto e motorini con targa pari. Consuete deroghe, tra gli altri, per i veicoli Euro 6, a metano, Gpl, con contrassegno disabili, elettrici o ibridi, car sharing, car pooling. Via libera anche per i motocicli a 4 tempi Euro 3 e per i ciclomotori a 2 ruote a 4 tempi Euro 2.

I veicoli più inquinanti, ovvero auto benzina Euro 0 e 1; auto diesel fino a Euro 2; moto e motorini Euro 0 e 1, microcar diesel Euro 0 e 1, si fermeranno a prescindere dalla targa. Per queste categorie di veicoli il blocco c'è anche nelle giornate del 26 e 27 dicembre. Nella due giorni a targhe alterne, il biglietto singolo per i mezzi pubblici da 1,50 euro varrà per l'intera giornata.

La due giorni a targhe alterne è stata disposta dal Campidoglio al posto del blocco totale del traffico dalle 10 alle 16, pensato in un primo momento. In particolare, spiegano dal Comune "L'approfondita valutazione tecnico-scientifica dei dati sull'inquinamento, effettuata da parte del Dipartimento Ambiente di Roma Capitale, ha consentito di ritenere che, per far fronte alle condizioni di criticità in atto, è maggiormente indicato adottare misure restrittive alla circolazione veicolare nelle fasce caratterizzate da condizioni atmosferiche di maggior ristagno per gli inquinanti, 7.30/12.30 e 16,30 /20.30, piuttosto che nella fascia nella quale insisterebbe il blocco totale del traffico, 10.00/16.00".

A Milano le auto resteranno ferme invece per tre giorni dal 28 al 30 dicembre. Lo stop ai veicoli privati sarà attivo dalle 10 alle 16, ha deciso la Giunta comunale a causa della concentrazione, che continua a essere elevata, di polveri sottili (Pm10 e Pm2,5). Le centraline di tutta la Lombardia registrano valori fuori norma del Pm10 da ormai un mese e le condizioni metereologiche indicano la possibilità che la situazione si protragga anche nelle prossime due settimane.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza