cerca CERCA
Domenica 26 Giugno 2022
Aggiornato: 21:53
Temi caldi

Calcio: Allegri carica la Juve, con l'Olympiacos obbligatorio vincere

03 novembre 2014 | 12.43
LETTURA: 3 minuti

"E' un banco di prova importante, saranno 95 minuti in cui quasi sicuramente ci giochiamo il passaggio del turno". Il tecnico non scioglie le riserve sul partner d'attacco di Tevez: "Morata o Llorente? E' una scelta che farò domattina"

alternate text
Massimiliano Allegri, allenatore Juventus - INFOPHOTO

"Domani è un banco di prova importante, saranno 95 minuti in cui quasi sicuramente ci giochiamo il passaggio del turno. Poi nel calcio può succedere di tutto, ma è obbligatorio vincere". Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, non nasconde l'importanza della sfida di domani contro l'Olympiacos, decisiva per il passaggio del turno in Champions League.

"Per migliorare il dna della Juventus in Champions -dice il tecnico bianconero- bisogna andare sereni, senza farsi travolgere o dare troppo peso a quello che dall'esterno viene detto. Si parla di un complesso dell'Europa, ma la Juventus ha giocato molte finali anche se ne ha vinte poche. Domani è un banco di prova importante contro una squadra che gioca un buon calcio e che ha battuto l'Atletico e la Juve nelle due partite in casa. Bisogna affrontarla con molta concentrazione e dare grande intensità alla partita". Il tecnico non scioglie le riserve sul partner d'attacco di Tevez: "Morata o Llorente? E' una scelta che farò domattina".

Allegri spera di avere a disposizione Asamoah ed Ogbonna, ma spiega che a livello tattico "non c'è da inventarsi niente". "Vediamo come stanno e in base al loro recupero sceglierò la formazione. Se dovessero mancare tutti e due c'è Padoin che può giocare da esterno sinistro, ha fatto bene ad Empoli e quando entrato è sempre stato affidabile sul piano tecnico e tattico. Non sono affatto preoccupato -sottolinea- anche se recuperarli sarebbe importante soprattutto per avere un numero di giocatori su cui poter scegliere".

Il tecnico vuole una Juventus diversa da quella sconfitta all'andata: "Dall'Olympiacos mi aspetto più o meno la partita che hanno fatto ad Atene, noi invece dovremo fare una partita migliore sul piano tecnico. Giochiamo in casa e serve un'intensità maggiore, ma abbiamo 95 minuti per vincere e non dobbiamo farci prendere dall'ansia e dalla fretta. Bisognerà avere i nervi saldi e sfruttare tutto il tempo a nostra disposizione per portare a casa il risultato che ci interessa" .

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza