cerca CERCA
Sabato 28 Maggio 2022
Aggiornato: 23:07
Temi caldi

Expo: a lezione di 'oro verde' con assaggiatori olio di oliva

16 giugno 2015 | 17.40
LETTURA: 3 minuti

Con l’organizzazione nazionale degli assaggiatori d’olio d’oliva

alternate text

Onaoo, l’organizzazione nazionale assaggiatori d’olio d’oliva, sarà presente a Expo 2015 con due momenti dedicati all’'oro verde', all’interno del Padiglione Italia - Regione Liguria, in una giornata dedicata a Imperia, nominata capitale dell’alimentazione mediterranea. L’olio d’oliva sarà, infatti, il protagonista di una serie di incontri dedicati al territorio e alla sua qualità.

Domani, mercoledì 17 giugno, alle 12, Onaoo eseguirà un esame organolettico per introdurre il pubblico alla degustazione dell’extravergine d’oliva Dop Riviera Ligure e insegnare l’arte dell’assaggio per riconoscerne la qualità, mission principale dell’organizzazione presieduta da Lucio Carli. "Un’importante garanzia, quella offerta dallo staff di Onaoo, la prima e più autorevole scuola d’assaggio in Italia, che vanta più di 30 anni d’esperienza nel settore e docenti di alto livello tecnico", sottolinea.

Alle 15,30 seguirà 'Il Gioco dell’Olio', un laboratorio per bambini basato sulla formula del tradizionale gioco dell’oca. Ogni casella presenta voci legate agli aspetti agricoli, territoriali, storici, produttivi e qualitativi dell’olio a denominazione di origine protetta della Liguria. L’approccio ludico si concluderà con un vero momento di educazione alimentare con la classica merenda a base di pane e olio.

Sinonimo di salute e buon vivere, l’olio si inserisce alla perfezione nel tema principale della manifestazione Milano Expo 2015, 'Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita'. "Onaoo, la prima scuola di assaggio al mondo, compare in veste di ambasciatore dell’'oro verde' - spiega - e punta i riflettori sulla didattica a livello internazionale. In un Paese come il nostro, che resta quello con il più alto numero di cultivar e infiniti profili organolettici, l’impegno di Onaoo rimane, infatti, quello di difendere la qualità divulgando il sapere in tutto il mondo".

Nato a Imperia nel 1983 per impulso della Camera di commercio locale e di un gruppo di assaggiatori storici con l’impegno di diffondere e valorizzare l’arte dell’assaggio, attraverso corsi (lezioni teoriche e pratiche) in Italia e molto anche all’estero, l’organismo si propone di rispondere alla domanda di formazione e ricerca scientifica su tutte le varietà merceologiche del prodotto olio d’oliva, facendosi parte attiva nel processo di educazione, sviluppo qualitativo, promozione e propaganda.

La Scuola dell’assaggio, per supportare la filiera dell’olio d’oliva e sostenere con l’attività di formazione lo sviluppo internazionale del settore, organizza, oltre ai corsi presso la sede centrale di Imperia, corsi online e all’estero (già negli Stati uniti, Sud Africa, Giappone, Taiwan, Turchia, Tunisia e Marocco). L’estero è, infatti, ormai un importante polo divulgativo per l’associazione, non solo perché attualmente vi sono numerosi Paesi che eguagliano e superano l’Italia in fatto di quantità di produzione di olio d’oliva, ma anche per la sempre crescente curiosità che si sta sviluppando intorno all’olio d’oliva.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza