cerca CERCA
Venerdì 03 Febbraio 2023
Aggiornato: 23:41
Temi caldi

Almaviva, assegno di ricollocazione per 1.600 disoccupati

11 gennaio 2017 | 08.38
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Arriva l'assegno 'Almaviva': un assegno di ricollocazione ad hoc che potranno richiedere gli oltre 1.600 lavoratori licenziati del gruppo di call center. Un intervento che nasce da un'azione coordinata tra il ministero del Lavoro, l'Agenzia per le Politiche attive Anpal, il Mise e la Regione Lazio, segno dell'importanza della collaborazione Stato-regioni per il contrastare alla disoccupazione.

A sollecitare un intervento a fronte dei licenziamenti di Almaviva Contact è stato il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti in una lettera al ministro del Lavoro Giuliano Poletti, al presidente dell'Anpal Maurizio Del Conte, al ministro per lo Sviluppo economico Carlo Calenda e al vice ministro al Mise Teresa Bellanova.

La soluzione individuata dai tecnici del governo è stata quella di finanziare l'assegno attraverso i fondi Ue per la globalizzazione mirati a quelle aziende messe in ginocchio dalle delocalizzazioni selvagge, nella fattispecie Almaviva che ha subito la concorrenza dei call center albanesi. "Possiamo sperimentare da subito questo assegno", spiega Del Conte.

Inoltre potrà partire da subito visto che la fase sperimentale dell'assegno è già stata avviata. Inoltre Anpal e Regione pensano anche alla possibilità di un lavoro coordinato ricollocazione-formazione, fornendo alla regione il servizio di profilatura del richiedente lavoro e un quadro della domanda sul mercato del lavoro.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza