cerca CERCA
Domenica 03 Luglio 2022
Aggiornato: 19:09
Temi caldi

Alonso: "Falso che mi sono svegliato pensando di essere nel 1995"

26 marzo 2015 | 09.50
LETTURA: 4 minuti

Il pilota spagnolo pronto al 'debutto': "Inizio con una gara di ritardo dopo l'incidente di Barcellona". E racconta cosa è successo dopo il suo impatto nei test: "Ho perso coscienza per i farmaci ma è normale". Conferenza stampa a Sepang, dove domenica è in programma il Gp della Malesia. McLaren: "Incidente provocato dal vento". Ma c'è anche l'ipotesi 'sterzo pesante'. Ron Dennis fa mea culpa: "Ho sbagliato a non fare chiarezza"

alternate text
(AFP) - (AFP)

"E' stato tutto normale, non mi sono svegliato pensando di essere nel '95 o parlando italiano o cose del genere. Ricordo l'incidente e ricordo le cose del giorno successivo". Il pilota spagnolo Fernando Alonso precisa cosa è realmente successo dopo il suo impatto nei test a Barcellona nella conferenza stampa a Sepang, dove domenica è in programma il Gp della Malesia, secondo appuntamento stagionale della Formula Uno.

"In realtà è stato tutto abbastanza normale. Con quel trauma sono stato ricoverato ma le condizioni erano buone. C'è un lasso di tempo di cui non ho ricordi, più o meno dalle 2 alle 6 - prosegue il pilota della McLaren - i medicinali hanno funzionato e non ci sono stati problemi. I medicinali li ho ricevuti già in elicottero e poi in ospedale".

"Credo di aver perso coscienza in ambulanza o forse già in clinica ma i medici mi hanno detto che è normale per i farmaci che mi sono stati dati. Comunque - racconta Alonso - la risonanza necessita di questi farmaci, è un protocollo normale. Abbiamo lavorato molto da vicino con la Fia, la squadra e le équipe mediche, sono stati tutti in costante contatto".

Sull'incidente, aggiunge, "credo sia chiaro che c'è stato un problema alla macchina, però non lo riusciamo a riscontrare sui dati. Quello che abbiamo fatto con gli ingegneri in settimana è stato verificare tutti i dati disponibili. Sono totalmente d'accordo con la squadra, ora è impossibile dire cosa è successo, sarebbe una menzogna farlo. Prima o poi forse troveremo qualcosa, non lo so".

"Non c'è una ragione chiara dell'incidente ma abbiamo avuto un problema allo sterzo che si è bloccato sulla destra. Mi sono avvicinato al muretto, sono passato alla terza, ho frenato. I dati comunque non ci dicono tutto e non sono del tutto completi" precisa. "Stiamo utilizzando nuovi sensori e effettuando delle modifiche allo sterzo, abbiamo fatto le prove al simulatore cercando di spiegare come funzionano questi nuovi sensori che utilizzeremo per la gara", spiega Alonso ricostruendo cosa è successo il 22 febbraio scorso a Montmelò.

Ad ogni modo, conclude, "sono felice di essere qui per un'altra stagione di Formula Uno. Inizio con una gara di ritardo dopo l'incidente di Barcellona che mi ha fatto perdere la prima gara, ho dovuto seguire le argomentazioni dei medici ma sono felice di essere qui, la Malesia è sempre stato un bellissimo circuito per me, qui ho fatto la mia prima pole nel 2003, il mio primo podio e poi tre vittorie con tre squadre diverse".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza