cerca CERCA
Domenica 27 Novembre 2022
Aggiornato: 18:53
Temi caldi

Amatrice, opposizione 'fondi sisma per concerto Ruggeri', sindaco 'ha pagato Regione'

10 agosto 2022 | 19.00
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Il 29 luglio scorso ad Amatrice è andato a cantare Enrico Ruggeri. Un evento che avrebbe dovuto rinfrancare gli animi di una popolazione che ancora paga le conseguenze del terremoto che ha spazzato via l'intero comune e le frazioni vicine quasi sei anni fa ma che invece ha dato vita, indirettamente, a un'aspra polemica tra i consiglieri comunali di opposizione e l'attuale sindaco. I primi sostengono infatti che l'evento sarebbe stato pagato con parte dei proventi derivanti da offerte per il sisma 2016 (l'impegno di spesa è visibile anche nella determinazione n.80 del primo agosto scorso, ndr), il secondo che si è trattato solo di un anticipo, ma che a pagare è stata la Regione Lazio.

Rosaria Lunadei, del gruppo Consiliare del Comune di Amatrice "Ricostruiamo Insieme", spiega all'Adnkronos: "Abbiamo verificato che ci sono stati degli atti amministrativi, una delibera di giunta e poi degli impegni fatti dal responsabile del settore economico finanziario a valere sul capitolo delle donazioni, nelle more che la Regione Lazio approvasse il contributo di cui hanno fatto richiesta. Il concerto dovrebbe farsi dopo, non prima del riscontro positivo della Regione e se la Regione stessa ha inviato il contributo subito dopo l'evento non c'era fretta di anticipare con i fondi delle donazioni. E' tutto nero su bianco e consultabile da tutti, nelle determine all'albo pretorio del Comune di Amatrice, e poi gli impegni di spesa sono stati fatti sul capitolo che recita proprio 'proventi dalle donazioni di sisma 2016', nelle more dell'approvazione del contributo da parte della Regione Lazio e hanno fatto queste anticipazioni di cassa".

"Il problema di fondo è che norme di contabilità pubblica vietano di fare operazioni di questo tipo. E questi fondi non sono fondi di bilancio, perché provengono da donazioni. Inoltre nella delibera c’è scritto che il Comune anticiperà le somme nelle more di una risposta positiva della regione. Significa che a quella data non avevano alcuna certezza che la Regione desse il contributo" aggiunge ancora Lunadei all'Adnkronos.

Pronta la replica da parte del sindaco Cortellesi: "Assolutamente non è vero, si tratta di un finanziamento per la cultura della Regione Lazio. E comunque non ci sarebbe niente di male - dice all'Adnkronos - non c'è solo la ricostruzione materiale anzi forse in questo momento è più importante quella morale e lo garantisco io che sono il sindaco. C'è un finanziamento regionale di 50mila euro, solo che è arrivato in ritardo, l'artista era stato fermato e probabilmente era un palliativo per cristallizzare la cosa. Ma non sono usciti i soldi delle donazioni. Lo stanziamento regionale è del 26/7 protocollato il 28/7 un giorno prima del concerto - sottolinea - Nella delibera 148 del 27/7 c'è scritto che il Comune provvederà ad anticipare ma il concerto è stato poi pagato completamente dalla Regione Lazio".

"Solo malafede - aggiunge in una nota diffusa dal suo staff - Quanto sostenuto dal gruppo di minoranza, in merito al finanziamento del concerto di Ruggeri, è totalmente destituito di fondamento e non corrisponde a verità. Con delibera numero 148 del Consiglio Comunale del 27-7-2022, l’Amministrazione ha unicamente provveduto ad anticipare la copertura delle spese di organizzazione, nelle more di una risposta positiva della Regione Lazio all’istanza di contributo. Si è trattato quindi solo di un’anticipazione che non ha riguardato le donazioni. Il concerto si è svolto il 29 luglio e i fondi regionali sono arrivati subito dopo".

(di Silvia Mancinelli)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza