cerca CERCA
Sabato 04 Dicembre 2021
Aggiornato: 00:39
Temi caldi

Abbacchio, pasti e mobili: la corruzione oggi è così

02 luglio 2020 | 12.19
LETTURA: 1 minuti

Il quadro offerto dal presidente dell'Anac durante la presentazione della relazione annuale sull'attività svolta nel 2019

alternate text
(Fotogramma)

"Tra le contropartite più singolari, riscontrate nel 21% dei casi esaminati, figurano ristrutturazioni edilizie, riparazioni, trasporto mobili, pasti, pernottamenti e buoni benzina. Pensate che in un caso segnalato quest'anno, in cambio di un’informazione riservata è stato persino offerto un abbacchio". Lo ha detto il presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione (Anac), Francesco Merloni, in riferimento ai fenomeni corruttivi, durante la presentazione della relazione annuale sull'attività svolta nel 2019 alla Camera dei Deputati.

"Vi sono state indubbiamente delle difficoltà a investire sulla prevenzione. Si tratta di attività (e non certo le uniche) per lo più svolte a 'costo zero', senza formazione o nuove assunzioni per i noti vincoli di spesa cui è sottoposta la pubblica amministrazione, che inducono molti a giudicare la normativa anticorruzione come un inutile aggravio", sostiene Merloni. "L’Autorità ritiene questo giudizio estremamente pericoloso - continua il presidente di Anac - perché diffonde l’idea che la prevenzione è solo adempimento formale. Abbassare la guardia e alimentare la percezione generale che il problema della corruzione non sia poi così rilevante, soprattutto in un periodo di emergenza come quello che stiamo vivendo, s arebbe un grave errore e un arretramento rispetto agli importanti passi avanti compiuti".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza