cerca CERCA
Venerdì 25 Giugno 2021
Aggiornato: 00:00
Temi caldi

Anche lo sport siciliano sugli scudi

18 aprile 2021 | 10.47
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Tante adesioni anche in Sicilia alla manifestazione di protesta promossa in ambito nazionale contro le restrizioni imposte dal governo nazionale che hanno letteralmente sconvolto il settore dello sport dilettantistico amatoriale. Nell'Isola l'iniziativa è stata coordinata dal Comitato Provinciale di Catania, Angelo Musumeci.

Assieme ad Assoesercenti-Unimpresa e rispettando le norme antiassembramento, nella centralissima piazza Università della città etnea il mondo ASI ha dato vita ad un raduno di operatori dello sport dilettantistico siciliano che sono stanchi di rimanere ancora fermi ai box mentre lo sport professionistico ha svolto la propria attività quasi interamente in modo regolare. A guidare la delegazione ASI c'era il Presidente del Comitato Provinciale di Catania Angelo Musumeci: “Con lo slogan “Lo sport merita rispetto” - ha commentato – abbiamo voluto dare anche in Sicilia un segnale della nostra sofferenza, del disagio non solo dei responsabili e titolari di associazioni sportive e strutture sportive, piscine, palestre attrezzate, campi di calcio e rappresentanti di tutto il comparto dilettantistico amatoriale, ma anche delle famiglie di migliaia di giovani che sono stati privati di una regolare attività fisica che è alla base dello loro crescita. Aspettiamo fiduciosi la riapertura delle piscine dal 15 maggio e di alcune attività nelle palestre da giugno ma restano molti punti interrogativi e tante incertezze che ci impediscono di fare una programmazione adeguata”.

Musumeci ha ringraziato il Sindaco della Città metropolitana di Catania Salvo Pogliese e l'Assessore allo Sport Sergio Parisi che con la loro presenza hanno voluto esprimere la solidarietà al mondo dilettantistico amatoriale così duramente provato dall'emergenza sanitaria e dai provvedimenti restrittivi adottati in questi ultimi 14 mesi.

"All'iniziativa di Catania hanno aderito idealmente anche tutti gli altri nostri comitati provinciali - ha detto il Presidente Regionale Maria Tocco - e tutto il mondo dilettantistico amatoriale così duramente provato dall'emergenza sanitaria in corso. Continueremo a lottare per tornare ad esprimere sui campi di gara le nostre eccellenze rispettando le regole e dunque in piena sicurezza".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza