cerca CERCA
Lunedì 24 Gennaio 2022
Aggiornato: 12:31
Temi caldi

Anci Veneto e Consulta Geometri presentano Fascicolo Edilizia a favore di digitalizzazione

26 novembre 2021 | 19.26
LETTURA: 4 minuti

alternate text

Il presidente di Anci Veneto, Mario Conte e l'assessore regionale, Francesco Calzavara, hanno firmato oggi a Mestre un protocollo d’intesa, anche con la Consulta dei Geometri e Geometri Laureati del Veneto, presieduta da Michele Cazzaro, per dare il via al progetto per la creazione del 'Fascicolo Edilizio'. Questo rappresenta un tassello fondamentale sul percorso della digitalizzazione, in grado di migliorare il servizio offerto a professionisti, imprese e soprattutto ai cittadini in materia di pratiche edilizie. Non si tratta di una semplice innovazione; questo strumento ha un impatto importante anche per quel che riguarda la semplificazione e la sburocratizzazione, rendendo così più veloce le procedure e le pratiche che interessano l’edilizia e in particolare gli incentivi che riguardano questo settore, ad iniziare dal Superbonus.

Sono questi gli obiettivi e le potenzialità di un progetto che non sarebbe stato possibile senza la Consulta, che ha dato un contributo fondamentale nella definizione dello strumento e, nello specifico, i geometri si sono messi a disposizione dei Comuni per l’avvio di alcuni casi pilota sul territorio. All’incontro erano, inoltre, presenti Andrea Favaretto, direttore Centro Studi Sintesi, che ha sottolineato l’importanza della digitalizzazione anche nel settore dell’edilizia e Michele Levorato, segretario Consulta Regionale Geometri del Veneto, che ha illustrato invece le specifiche tecniche del progetto. La valenza nazionale del progetto è testimoniata dalla presenza di Paolo Biscaro, presidente Fondazione Italiana Geometri.

Con la firma del protocollo, i tre soggetti avviano una collaborazione, finalizzata all'implementazione di strumenti digitali a supporto degli Enti territoriali, degli operatori professionali ed economici, nonché dei cittadini, per la migliore gestione delle procedure edilizie, nell’ottica di una progressiva creazione di un cosiddetto 'Fascicolo unico edilizio'. Il processo di digitalizzazione avverrà con un percorso in diverse fasi, con la previsione di un primo avvio sperimentale dedicato al progressivo riordino e dematerializzazione dell'Archivio Edilizio dei Comuni del Veneto. I dati derivanti dal processo di digitalizzazione delle pratiche, oltre ad essere integrati nei singoli programmi gestionali in uso alle amministrazioni comunali, verranno comunicati in modo sistemico anche alle strutture della Regione del Veneto, competenti per materia.

Sarà istituito, inoltre, un tavolo tecnico-scientifico coordinato dalla Regione del Veneto e che vedrà la partecipazione di Anci Veneto e della Consulta, che individuerà e validerà le iniziative da porre in essere per l'mplementazione del progetto, definendo un cronoprogramma di realizzazione per garantire la digitalizzazione in tempi brevi.

Michele Cazzaro, presidente della Consulta dei Geometri e Geometri Laureati del Veneto, ha espresso la sua soddisfazione per l’avvio di questo progetto: "è l’esempio che con il lavoro di squadra si possono raggiungere risultati importanti. Infatti per i geometri è fondamentale il rapporto con Anci e Regione perché rappresentano due interlocutori importanti nello svolgimento del nostro lavoro. Per questo ci siamo messi a disposizione con la nostra competenza ed esperienza, con l’obiettivo di testare ed avviare un progetto come quello del fascicolo edilizio, che ha il merito di semplificare la vita ai professionisti ma soprattutto ai cittadini, che in questo modo avranno a disposizione un servizio più efficace ed efficiente in grado di fornire tutte le informazioni necessarie in tempi brevissimi".

"Questo rappresenta non un punto di arrivo, ma un punto di partenza per un processo di digitalizzazione necessario anche per - ha aggiunto - massimizzare l’impatto del Super Bonus e gli incentivi messi in campo da Regione e Governo".

Il presidente Mario Conte ha commentato così il protocollo sottoscritto: "la collaborazione tra Comuni e Regione è ormai consolidata e permette di mettere in campo progetti che danno risposte importanti, in particolare, ai cittadini. Il progetto del fascicolo edilizio ne è la testimonianza concreta e ci tengo a sottolineare un ulteriore aspetto, ovvero che gli incentivi del governo, come il Superbonus e i fondi del Pnrr, possono arrivare a terra solo se Comuni e Regioni fanno squadra".

"Quello di oggi è un importante tassello non solo nel percorso di digitalizzazione, ma anche di sburocratizzazione, perché - ha spiegato - in questo modo rendiamo tutto più immediato e semplice. I Comuni del Veneto, come sempre, si dimostrano esempi virtuosi ed un punto di riferimento per quel che riguarda l’innovazione. Infatti questo progetto è tra i primi a livello nazionale su questo tema. Il fascicolo edilizio sono certo che darà una risposta anche alle esigenze del Super Bonus, rendendo così più efficienti i servizi delle amministrazioni"."E in questa fase, con la ripresa dei contagi e la preoccupazione che sale, credo che - ha concluso - questo sia un segnale positivo, perché significa che i Comuni e la Regione insieme ai geometri stanno lavorando per il futuro dei territori".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza