cerca CERCA
Lunedì 18 Ottobre 2021
Aggiornato: 13:08
Temi caldi

Andreotti: ultime lettere statista, ho avuto vita incredibilmente felice

04 maggio 2014 | 12.43
LETTURA: 2 minuti

''Ho avuto una vita incredibilmente felice''. Così Giulio Andreotti definisce la sua esistenza terrena, in una delle lettere che scrisse in momenti particolari della sua vita, a partire da 1978. Ad un anno dalla morte, 'Avvenire' pubblica ampi stralci di 6 lettere del piu' volte presidente del Consiglio. Sono missive indirizzate ai familiari che dovevano essere aperte solo in caso fosse morto improvvisamente, per cause naturali o per un attentato.

La sua prima lettera è datata 10 aprile 1978, ventiseiesimo giorno del sequestro di Aldo Moro, un momento drammatico per Andreotti: ''Non avevo mai pensato di scrivere qualcosa per il mio post mortem, ma gli avvenimenti di queste ultime settimane, dando fragilità alla nostra sicurezza, mi inducono a farlo''. Le sei lettere da aprire post mortem, che contengono anche alcune disposizioni per il dopo -''Poche, perché ho comandato fin troppo da vivo'', scrive Andreotti con la sua nota ironia in quella più recente, datata giugno 2005- sono state ritrovate e aperte dai figli dopo la sua scomparsa, avvenuta il 6 maggio 2013, all' età di 94 anni.

Ma, in quel giorno di lutto -spiega ancora 'Avvenire'- i figli non le hanno fatte leggere a nessuno, per non rischiare di alimentare polemiche strumentali: la notizia della scomparsa del politico italiano più longevo e famoso della storia dell' Italia repubblicana stava facendo il giro del mondo, e, agli attestati di stima e affetto che arrivavano anche da tanti Paesi stranieri, si accompagnavano giudizi critici e ricostruzioni storiche faziose sugli oltre sessant' anni di vita politica dello statista democristiano. Ora, dopo un anno, in linea con lo stile riservato della famiglia Andreotti, è stata inviata copia delle lettere a pochi parenti e amici. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza