cerca CERCA
Domenica 20 Giugno 2021
Aggiornato: 12:46
Temi caldi

Antinori condannato a 6 anni e mezzo per prelievo forzoso ovuli

26 novembre 2020 | 15.47
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Condannato dalla Cassazione a 6 anni e mezzo Severino Antinori, il ginecologo imputato per il prelievo forzoso di ovociti ai danni di una giovane infermiera avvenuto nell'aprile 2016 alla clinica Matris di Milano.

I giudici di Piazza Cavour hanno ridotto la pena per Antinori, oggi 75enne, che è stato assolto dalle accuse di rapina del cellulare della ragazza e dalla presunta tentata estorsione nei confronti di una coppia di clienti della clinica. Antinori in Appello era stato condannato a Milano a 7 anni e 10 mesi.

"Severino Antinori attende la sua sorte che è quella di essere arrestato a 75 anni e in gravissime condizioni di salute che lo hanno costretto a lasciare la professione". A riferire lo stato d’animo e il destino che attende Antinori, dopo la condanna, è uno dei suoi difensori, l’avvocato Carlo Taormina.

"Lo Stato così ripaga i suoi scienziati", dice il legale a poche ore dal verdetto.

"Antinori - annuncia Taormina - ha dato incarico ai suoi avvocati di intraprendere le procedure presso la Corte europea per agire contro l’Italia per violazione dei diritti umani attraverso la sua magistratura. Lui dedica il sacrificio della sua persona alla battaglia per la tutela della procreazione medicalmente assistita e per la libertà di ricerca in attuazione del rispetto dei diritti della persona".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza