cerca CERCA
Lunedì 06 Dicembre 2021
Aggiornato: 04:15
Temi caldi

Arabia Saudita, micro-chip ai cammelli contro diffusione Mers

13 maggio 2014 | 12.48
LETTURA: 3 minuti

alternate text

(Adnkronos Salute/Aki) - Il ministero saudita dell'Agricoltura ha lanciato un programma di lotta contro la propagazione del virus della Mers (Sindrome respiratoria mediorientale da coronavirus) che prevede l'applicazione di micro-chip ai cammelli. Gli animali sono infatti considerati tra i principali vettori del virus, che solo nel regno saudita ha già fatto 147 vittime. Come riferiscono i media locali, il ministero ha anche raccomandato a chiunque abbia a che fare con i cammelli di indossare maschere protettive, per ridurre il rischio del contagio. L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) è stata impegnata la scorsa settimana in una missione di cinque giorni in Arabia Saudita e oggi riunirà a Ginevra il suo comitato per le emergenze, per un confronto sulla diffusione del virus, che si fa sempre più allarmante. Secondo l'Oms, sono 600 i casi di infezione che si sono registrati di recente a livello globale. La propagazione del virus riguarda soprattutto la regione del Medio Oriente, ma ieri gli Stati Uniti hanno confermato il secondo caso di contagio nel paese, che riguarda un cittadino da poco rientrato dall'Arabia Saudita. La situazione si fa allarmante soprattutto in vista dell'Haj, il pellegrinaggio annuale alla Mecca e a Medina, che quest'anno cade a ottobre.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza