cerca CERCA
Sabato 13 Agosto 2022
Aggiornato: 20:36
Temi caldi

Sport: Arisf, Chiulli confermato presidente, Arzhanova eletta vicepresidente

04 aprile 2017 | 12.19
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Arisf General Assembly ad Aarhus, Danimarca

Raffaele Chiulli è stato rieletto all’unanimità presidente dell’ARISF per un altro quadriennio. ARISF è l'associazione che raggruppa tutte le federazioni sportive mondiali riconosciute dal Cio. Il dirigente italiano è il presidente della UIM (la federazione mondiale di motonautica). Nel corso della stessa assemblea generale di ARISF, ospitata all'interno della convention di SportAccord ad Aarhus (in Danimarca), Anna Arzhanova è stata eletta vicepresidente. Attualmente le nazioni rappresentate nell'organizzazione sono 37, in rappresentanza, attraverso i membri di Arisf, di diverse centinaia di milioni di membri e diversi miliardi di tifosi in tutto il mondo.

"Sono onorato e molto soddisfatto della fiducia che mi è stata rinnovata dall’assemblea dell’ARISF, che premia un mandato svolto all’insegna dell’unità e della cooperazione con tutti gli stakeholders dello sport a livello mondiale, in particolare il CIO, SportAccord e l’AIMS, con i quali le relazioni sono ottime. Ma vanno sottolineati anche gli importanti risultati raggiunti per le nostre federazioni, come l’inclusione ai Giochi Olimpici di Tokyo di ben cinque discipline sportive ARISF".

Chiulli si è detto anche particolarmente orgoglioso del fatto che ARISF sia la prima, se non addirittura l’unica, organizzazione sportiva internazionale ad avere al momento un consiglio formato per metà da uomini e per metà da donne, "così interpretando nel migliore dei modi il principio di parità di genere, che costituisce uno dei capisaldi dell’azione di rinnovamento voluta dal CIO di Thomas Bach".

La russa Anna Arzhanova, presidentessa della CMAS (la federazione mondiale degli sport e attività subacquee) occupava sempre all'interno di Arisf il ruolo di Director. "E' con immenso orgoglio e con grande soddisfazione -dice la presidentessa della CMAS- che mi appresto a ricoprire questo ruolo, in un'associazione che riveste un ruolo così importante nel mondo dello sport mondiale. Un ruolo che richiede costanza e impegno: tutti in ARISF siamo determinati in un'azione che garantisca a tutte le federazioni internazionali riconosciute dal Cio l'autonomia necessaria per continuare a promuovere ciascuno i propri valori. E avere una donna alla vicepresidenza è anche un grande segnale per tutta la politica sportiva mondiale, che, come indicato dal CIO, deve offrire uguali opportunità per tutti".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza