cerca CERCA
Giovedì 28 Ottobre 2021
Aggiornato: 17:49
Temi caldi

Fiere: Arredamont, formazione e laboratori creativi per 40° appuntamento

20 ottobre 2017 | 13.02
LETTURA: 5 minuti

alternate text
A lavoro la giuria del concorso artistico

Con la quasi totalità dell’area espositiva già occupata, il traguardo della 40esima edizione di Arredamont, la mostra dell'arredare in montagna si preannuncia ricco di novità, sia per le numerose falegnamerie artigiane che hanno deciso presentarsi o ripresentarsi quest’anno, sia per il progetto de 'L’Artigiano sotto l’Albero' che ha visto raddoppiare l’adesione del piccolo artigianato di qualità dove, ai piedi di strutture lignee a forma di albero appunto, si potranno trovare da piccole creazioni in legno a vari complementi di arredo e decoro artistico.

L'appuntamento di Longarone con Arredamont, dal 28 ottobre al 5 novembre, è stato presentato dal presidente Giorgio Balzan. "Arredamont, compie quarant’anni, un traguardo -spiega- di assoluto prestigio per una manifestazione che ha svolto un ruolo concreto quale vetrina promozionale e che ha contribuito alla crescita di numerose realtà produttive e commerciali medio-piccole, con ricadute di immagine su tutto il territorio bellunese".

"Un appuntamento unico -sottolinea- nel suo genere in Italia appunto, che propone ai visitatori le novità del settore arredamento presentando prodotti originali accanto ai mobili e complementi d’arredo tradizionali. All’interno di Arredamont, camminando fra i numerosi stand, si possono trovare oggetti particolari e spunti per caratterizzare le situazioni più diverse: dall’angolo del soggiorno di casa alle camere moderne realizzate con legni antichi. Cornici su misura con essenze particolari di legno, oggetti di design, particolari di rustiche case di montagna, tessuti pregiati e rari: e anche quello che non è usuale, ad Arredamont, lo si può trovare".

"Protagonista indiscusso -chiarisce Balzan- rimane il legno, che gli artigiani trasformano in vere e proprie opere d'arte: boiserie, mobili nuovi e tradizionali, ristrutturazioni con antichi legni e anche costruzioni con nuovo legname. In fiera, assieme al legno, trovano spazio anche gli altri materiali naturali: pietra, ferro e lana lavorati nelle terre di montagna. La passione per la lavorazione del legno e dei materiali naturali crea complementi d’arredo che soddisfano i sogni dei clienti, creazioni realizzate non solo con le mani ma soprattutto con la mente e il cuore, è questa l’anima di Arredamont".

"Arredamont -continua- è un cantiere in continua evoluzione e accoglie proposte che non provengono solo dalle Dolomiti e dalla montagna veneta. Le esperienze, le tradizioni, i materiali di tutte le regioni dell’arco alpino, dal Friuli Venezia Giulia alla Valle d’Aosta, sono gli elementi sui quali si focalizza l’interesse di un pubblico che guarda con attenzione all’arredamento e agli aspetti costruttivi oltre che agli spazi esterni della casa.

"Arredamont -fa notare Mario Pozza, presidente della Camera di commercio Treviso e Belluno- è una manifestazione molto importante per il nostro territorio e per la nostra economia, con oltre il 50% degli espositori provenienti da Treviso e Belluno. Imprese artigiane che hanno una loro specifica nicchia di mercato, ma che hanno anche delle grandi opportunità di internazionalizzazione. Un plauso sicuramente a Longarone Fiere, di cui la Camera di commercio è azionista, per saper organizzare manifestazioni così importanti mantenendo un bilancio positivo: un gioiellino che dobbiamo tenerci stretto, valorizzandolo e potenziandolo ancora di più. Per un asse come quello Treviso-Belluno, dove le due economie sono ormai un tutt'uno, la fiera di Arredamont rappresenta perfettamente il made in Italy con le nostre eccellenze artigiane dell'arredamento su misura".

A completamento di un’esposizione unica, non mancheranno i consueti momenti di formazione e approfondimento come, solo per citarne un paio, i laboratori creativi di Dolomiti handmade e gli incontri della Consociazione italiana tappezzieri arredatori che racconterà la storia del loro mestiere dove 'Arti e artigianato si fondono tra loro' e un sapere antico si rinnova continuamente attraverso la creatività dei suoi artigiani che giungeranno a Longarone da tutta Italia, dalla Calabria al Veneto, dal Lazio alla Lombardia.

Ma per dare il giusto risalto ai 40 anni di passione per il legno, Longarone Fiere ha organizzato anche una serie di iniziative ad hoc tra cui spicca, in sinergia con Arte in Fiera Dolomiti, un concorso artistico per la realizzazione di un manifesto incentrato sul tema della vita in montagna, per il quale uscirà a breve il bando.

Arredamont si conferma, quindi, la mostra per eccellenza dell’arredare in montagna e costituisce un evento unico nel panorama fieristico nazionale, e non solo, in grado di attirare l’attenzione di migliaia di operatori del settore mobile-arredo e delle famiglie. Una rete specializzata di piccole e medie imprese, prevalentemente artigiane (238 i marchi aziendali presenti nell’ultima edizione), che si presenta in fiera all’attenzione di un pubblico numeroso che giunge nelle Dolomiti da tutto il Nord e Centro Italia, ma anche da Svizzera, Slovenia, Austria e Germania, dimostrandosi anno dopo anno sempre più accattivante in un panorama sempre più internazionale.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza