cerca CERCA
Domenica 13 Giugno 2021
Aggiornato: 17:11
Temi caldi

Start up

Startup: 'Brain One', dispositivo smart per misurare performance in moto

26 febbraio 2016 | 12.45
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Amanti di motociclismo e sport estremi, niente più spacconate al bar sulle vostre prestazioni: ora potrete sentirvi professionisti della velocità. Tutto questo grazie a BRAIN One, primo dispositivo senza fili per misurare le performance degli appassionati di moto e action sports, realizzato da una startup innovativa tutta italiana, fondata dal 29enne Simone Grillo e dal 34enne Timoteo Ziccardi.

Grazie ad una serie di sensori, questa telemetria smart permetterà agli appassionati di misurare tutte le metriche relative a un giro in pista o su strada (velocità, angolo di piega, forza G, giri motore, rapporto inserito, traiettoria, tempo sul giro e molto altro) da condividere poi con gli amici. Una serie di sensori permette anche di monitorare in modo costante il battito cardiaco e altri parametri importanti per chi è in sella alla motocicletta.

Per andare in produzione e aprirsi al mercato internazionale, è stata attivata sulla piattaforma di crowdfunding 'Kickstarter' la campagna di raccolta fondi: obiettivo 50mila euro in 30 giorni. Al momento, in un solo giorno, BRAIN One ha raccolto più di 13mila euro.

"In questi mesi il progetto non è più solo un’idea ma siamo giunti alla fase finale dello sviluppo - spiegano i fondatori - ora non ci resta che fare gli ultimi ritocchi e mettere in produzione il dispositivo che sarà pronto e verrà spedito nelle mani dei clienti a partire da maggio".

E c'è di più, sul versante sicurezza: oltre alle performance, infatti, BRAIN One sa individuare un'eventuale situazione di emergenza grazie a un algoritmo che percepisce se la moto è ferma a terra, in posizione orizzontale, o se ci sono accelerazioni tipiche di un incidente. In quel caso, un segnale di allerta geolocalizzato verrà inviato ai numeri registrati come preferiti.

La startup - composta anche dal designer Daniele Scanferlato, Elisa Gazzola al marketing, Matteo Terzi, Chiara Masiero ed Elisa Portalauri (team algoritmi), assieme ai software developer Andrea Tomassetti e Marco Gaudino e l'hardware engineer Federico Lolli - ha avviato una partnership con Aldo Drudi (designer dei caschi di Valentino Rossi) e una collaborazione con 'Fondazione Simoncelli' e con la scuola di guida 'Lucchinelli Experience', legata al campione del mondo della 500 (nel 1981) Marco Lucchinelli.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza