cerca CERCA
Mercoledì 30 Novembre 2022
Aggiornato: 20:10
Temi caldi

Arriva 'Complimenti per la connessione 2', internet insegnato in famiglia

22 giugno 2017 | 17.21
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Nino Frassica in 'Complimenti per la connessione 2'

Dalla caserma dei Carabinieri a casa del maresciallo Cecchini, alias Nino Frassica. Le 'lezioni' sul mondo di internet ora acquistano un sapore domestico. Dopo il successo della prima edizione, Rai1 manda in onda dal 3 luglio, dal lunedì al venerdì alle 20,30, 'Complimenti per la connessione 2' ambientata nel salotto del maresciallo Cecchini.

Venti puntate di sei minuti ciascuna nelle quali i protagonisti di 'Don Matteo' svelano tutti i segreti e le potenzialità della rete. Spin off della celebre fiction con al centro il prete-detective, il programma è una vera e propria sketch-comedy con equivoci, battute e momenti divertenti. Storie cui dà vita la coppia Frassica-Scali (Pippo Zarfati) alle quali partecipa anche Simone Montedoro (il Capitano Tommasi della fiction). Quest'anno si aggiunge anche la presenza femminile, assicurata da Nadir Caselli (Lia) e Caterina Sylos Labini (Caterina). Proprio perché ambientata in una tipica famiglia italiana la seconda stagione, con la regia di Valerio Bergesio, valorizza applicazioni e servizi di tutti i giorni della rete: Wi-fi, musica online, Home Banking, E-ticketing, Smart Home. Non manca, comunque, il racconto. Il maresciallo Cecchini è impegnato su due fronti: deve aiutare sua nipote Lia con i preparativi del suo matrimonio e il suo amico Pippo a conquistare il cuore della misteriosa Silvana.

Il marchio di don Matteo viene utilizzato "per contribuire al processo di alfabetizzazione e inclusione digitale che è tra gli elementi fondamentali della missione strategica del Servizio Pubblico", ha sottolineato il direttore di Rai Fiction Tinny Andreatta che ha aggiunto: "Rispetto all'anno scorso, abbiamo deciso di lavorare non solo sui rudimenti dell'alfabetizzazione ma anche sulla finalità di internet nella vita quotidiana. Per questo siamo a casa Cecchini perché una degli obiettivi è raccontare il valore importante che ha internet nella vita delle famiglie".

Al centro della trasmissione, anche "tematiche forti come quelli delle fake news grazie a un testimonial come Alberto Matano. La presenza femminile è importante perché si lavora sull'elemento familiare e sulle generazioni", ha spiegato Andreatta. Gran mattatore del format è ovviamente Nino Frassica che crea dei siparietti con Francesco Scali, basati sull'improvvisazione, in stile Totò e Peppino. Dal momento che è "uno spin off di Don Matteo, si può osare di più. La parte sketch, che ho scritto io, è più surreale e propone cose che in 'Don Matteo' non si possono fare", ha evidenziato Frassica che ha sottolineato: "In questo senso ci siamo divertiti di più. Con Francesco siamo molto affiatati e nei nostri 'pezzi' c'è molta improvvisazione, quasi alla Totò e Peppino. Ci siamo divertiti anche a sperimentare". Frassica, ha sottolineato il regista Bergesio, "propone una cosa eccezionale in linea con la comicità di Totò e Peppino e di Edoardo: un tavolo con due personaggi uno di fronte all'altro, dove accade una magia. Anche con l'audio abbassato questo ti racconta qualcosa". Un 'magia' che viene messa insieme "ad un linguaggio molto dinamico e contemporaneo".

Il format, realizzato da Rai Fiction in collaborazione con Lux Vide, si inserisce a pieno titolo nello sforzo di inclusione e alfabetizzazione digitale che viale Mazzini sta compiendo e che si riflette in gran parte della sua programmazione tv, radio e web. "Abbiamo enormi possibilità per parlare di digitale a diversi livelli. Una parte del nostro pubblico, che sarà anche quello di 'Complimenti' - ha spiegato Giampaolo Tagliavia, amministratore delegato e presidente di Raicom -si deve impratichire con le parole base di internet". In questo senso, la trasmissione risponde "ad uno degli obiettivi del Servizio Pubblico: contribuire, anche attraverso il divertimento, alla crescita culturale del Paese".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza