cerca CERCA
Lunedì 16 Maggio 2022
Aggiornato: 22:46
Temi caldi

Food: arriva la guida 'Milano 2018' del Gambero Rosso

07 giugno 2017 | 14.31
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Il capoluogo lombardo continua a sorprendere per la sua straordinaria vivacità in tutti i campi. Non ultimo quello della ristorazione. E' la fotografia scattata dalla guida 'Milano 2018' del Gambero Rosso, che racchiude il meglio di una città dal passo internazionale che mette sul piatto un’offerta quanto mai ricca e di livello in ogni settore, dalla trattoria al grande ristorante contemporaneo: 1.454 indirizzi con oltre 190 novità. Come Trippa, ad esempio, il locale senza fronzoli che ha conquistato tutti con la sua proposta solida e concreta e va ad arricchire la sezione dei 'Tre Gamberi'. Ma in Lombardia il grande fermento creativo che ha caratterizzato il capoluogo da Expo in poi ha finito per innescare un’interessante reazione a catena in tutta la Regione portando ad alzare l’asticella della qualità un po’ ovunque.

Dunque, è anche l’alta ristorazione a continuare a crescere: alle consolidate 'Tre Forchette' del Seta del Mandarin Oriental Milano, di Andrea Berton, di Ilario Vinciguerra a Gallarate, di Vittorio a Brusaporto e Dal Pescatore a Canneto sul’Oglio, si aggiungono quest’anno quelle di Enrico Bartolini al Mudec, di Davide Oldani con il suo nuovo D’O e di Philippe Léveillé al Miramonti L’Altro di Concesio in provincia di Brescia. Fra le nuove insegne, spicca quella firmata da Giancarlo Morelli all’hotel Viu Milan, primo 'bleisure hotel' in città, che si aggiudica il premio novità dell’anno.

Grande fermento, inoltre, in campo etnico con la conquista dei 'Tre mappamondi' di Casaramen che si aggiunge ai già collaudati Iyo e Wicky’s Wicuisine Seafood. Quanto ai premi speciali, ai già consolidati Miglior servizio di sala (al Contraste) e Miglior servizio di sala in albergo (al Seta del Mandarin Oriental Milano), si aggiungono quelli riservati alla Miglior proposta di vini al bicchiere al ristorante (Pont de Ferr) e al wine bar (La Bottega del vino). Le 'Botteghe dell’anno' premiano tre esercizi che pongono la giusta attenzione al buono e al sano caldeggiando una spesa consapevole (Effecorta, Resistenza Casearia e Cascina Fraschina). 'Milano 2018', in apertura, quest’anno, contiene anche brevi itinerari con i suggerimenti per cogliere il meglio avendo a disposizione poco tempo: 24 ore in città o un weekend in Regione. La sezione alberghi è dedicata quasi esclusivamente ai boutique hotel.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza