cerca CERCA
Lunedì 25 Ottobre 2021
Aggiornato: 03:42
Temi caldi

Turismo: arriva l'accompagnatore motivazionale di gruppi

07 gennaio 2016 | 11.00
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Per organizzare al meglio un viaggio e far vivere un'esperienza indimenticabile ai turista arriva una nuova figura professionale: l'accompagnatore motivazionale di gruppi. A formarla, con un percorso ad hoc, è la Fiavet Toscana, insieme all’Ente bilaterale turismo toscano (Ebtt).

Organizzano, infatti, il corso di formazione intitolato proprio 'Accompagnatore motivazionale gruppi', che si terrà nei giorni 21 e 22 gennaio, a Firenze, in via Santa Caterina d’Alessandria 4, presso la sede sociale di Fiavet Toscana. Docente sarà Stefano Ugolini, coach dell’agenzia formativa Agenda.

Il corso, gratuito per gli associati di Fiavet Toscana, tratterà le seguenti tematiche: il 'viaggio di gruppo' come prodotto psico-sociale; riconoscere e saper accrescere le emozioni delle esperienze del viaggio; gestire i condizionamenti degli 'emergenti' all'interno del gruppo; la figura del capogruppo, tra saper fare e saper essere; riconoscere le componenti emotive dei partecipanti al gruppo; acquisire le conoscenze di base per motivare l’aggregazione all’interno del gruppo; evitare e gestire i 'conflitti' all’interno del gruppo; acquisire la conoscenza base del linguaggio del corpo.

“Un evento di natura innovativa e di sicuro interesse - dichiara Pier Carlo Testa, presidente di Fiavet Toscana - dedicato ad argomenti di cruciale valore per gli agenti di viaggio, sia che essi operino nell’outgoing sia nell’incoming. L’accompagnatore è senza alcun dubbio una figura cardine per i viaggi di gruppo”.

Come spiega Cinzia Chiaramonti, vicepresidente vicario di Fiavet Toscana con delega alla formazione e membro del Comitato di gestione del Centro servizi di Firenze dell’Ebtt, “abbiamo scelto di iniziare il 2016 con un corso di formazione tecnica che riteniamo essere di grande utilità per svolgere con la massima professionalità il nostro lavoro".

"Obiettivo dell’evento - aggiunge - è di fornire le competenze necessarie per accrescere le conoscenze pisco-sociali della figura dell’accompagnatore, in modo di renderlo in grado di gestire le componenti emotive che si generano tra i partecipanti al gruppo e quindi di stabilire quali comportamenti assumere per gestire al meglio le diverse situazioni che possono verificarsi”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza