cerca CERCA
Lunedì 14 Giugno 2021
Aggiornato: 11:41
Temi caldi

Parlamento: ddl per 90 anni omicidio Matteotti ma...'in ritardo' di 12 mesi

20 settembre 2015 | 15.10
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Giacomo Matteotti

Una celebrazione fuori tempo massimo, in ritardo di dodici mesi. E' quella che il Parlamento si appresta ad istituire per ricordare Giacomo Matteotti, ucciso nel giugno di novant'anni fa dai fascisti dopo il durissimo discorso pronunciato a Montecitorio contro il regime. Il ddl 'Disposizioni per la commemorazione del novantesimo anniversario della morte di Giacomo Matteotti', primo firmatario il presidente della commissione Istruzione pubblica del Senato Andrea Marcucci, ha iniziato il suo iter il 14 ottobre 2014. Ma poi, come spesso accade ai provvedimenti legislativi meno urgenti, ha rallentato il suo cammino, mancando così il traguardo di vedere la luce entro il 10 giugno 2014.

Tempo scaduto, quindi, anche se i commissari (insieme a Marcucci c'è il presidente del suo gruppo a Palazzo madama Luigi Zanda e il segretario del Psi Riccardo Nencini) hanno ovviamente proseguito il lavoro e per accelerare l'approvazione hanno 'trasferito' il provvedimento in sede deliberante.

Il novantesimo anniversario dell'assassinio di Matteotti è passato, anche se il titolo del ddl è rimasto invariato. Nel primo dei due articoli, però, il relatore Walter Tocci ha opportunamente inserito le parole "celebrato nel 2014", specificando come, ovviamente, le erogazioni (300mila euro) per le iniziative culturali e didattiche siano promosse "per l'anno 2015".

300mila euro in un anno per convegni, seminari, iniziative culturali

Il ddl prevede un contributo di 150mila euro alla Fondazione Giacomo Matteotti ed un altro del medesimo importo alla Fondazione di studi storici Filippo Turati. Fondi che dovranno finanziare tre convegni: uno nazionale sul tema 'Matteotti e la storia d'Italia'; un altro, 'Matteotti e il socialismo', a carattere internazionale, ed un terzo a Fratta Polesine, città natale del deputato socialista, sul tema 'Matteotti e il Polesine'.

Nel programma di iniziative trovano posto anche la realizzazione di una serie di seminari per le scuole superiori sul tema 'Matteotti a novanta anni dal delitto' (anche se ne sono passati già 91); una mostra sul delitto Matteotti; la realizzazione di un archivio virtuale attraverso la digitalizzazione di documenti originali e rari; il completamento della pubblicazione delle opere di Giacomo Matteotti, insieme alla pubblicazione di una bibliografia ragionata dei suoi scritti.

"Nella storia dell'antifascismo italiano -osserva il relatore del provvedimento, Walter Tocci- si collocano tante personalità di rilievo. La figura di Matteotti è sempre stata viva e il deputato socialista ucciso dal fascismo merita senz'altro di essere ricordato anche alle giovani generazioni quale martire della libertà della Nazione".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza