cerca CERCA
Mercoledì 08 Dicembre 2021
Aggiornato: 07:31
Temi caldi

Arte: addio a Zeno Birolli, biografo di Boccioni e studioso del Futurismo

04 marzo 2014 | 18.08
LETTURA: 2 minuti

Lo storico e critico dell'arte Zeno Birolli, autore di monografie e importanti mostre su artisti del '900 italiano, e' morto sabato sera nell'ospedale di Sarzana all'eta' di 75 anni. I funerali, secondo quanto ha reso noto la famiglia, si sono svolti oggi pomeriggio nella cappella dell'ospedale della citta' ligure. Nato nel 1939 a Milano, era figlio del pittore Renato Birolli, di cui aveva custodito con grande passione la memoria e l'archivio, scrivendo anche una monografia con Roberto Sambonet pubblicata da Feltrinelli nel 1978.

Anche poeta e scrittore, Zeno Birolli e' stato a lungo professore di storia dell'arte all'Accademia di Brera a Milano. Si e' dedicato con particolare cura allo studio del Futurismo, i cui scritti aveva raccolto di recente nel volume ''Pittura e scultura futuriste'' (Abscondita, 2006). Birolli era considerato uno dei maggiori specialisti dell'opera del pittore Umberto Boccioni, di cui aveva curato ''Gli scritti editi e inediti'' (Feltrinelli, 1971) ed aveva scritto il saggio ''Umberto Boccioni. Racconto critico'' (Einaudi, 1983).

Era poi un grande estimatore e conoscitore di Osvaldo Licini, di cui curo', con Aldo Passoni, una mostra alla Galleria d'Arte Moderna di Torino nel 1968 e il volume ''Osvaldo Licini. Errante, eretico, erotico. Gli scritti letterari e tutte le lettere'' (Feltrinelli, 1974). Zeno Birolli ha curato anche numerose mostre, tra cui quelle di Gastone Novelli e Fausto Melotti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza