cerca CERCA
Venerdì 27 Maggio 2022
Aggiornato: 00:20
Temi caldi

Arte: in ripresa mercato globale che sostiene 2,5 mln posti lavoro

14 marzo 2014 | 14.55
LETTURA: 2 minuti

Maastricht, 14 mar. (Adnkronos/Labitalia) - Il mercato globale dell'arte e dell'antiquariato è quasi tornato ai valori degli anni del boom della pre-recessione, alimentato dai buyers in America e dalla crescita dei prezzi dei maggiori artisti del dopoguerra e dei contemporanei. A rivelarlo il nuovo rapporto pubblicato da 'Tefaf Maastricht', redatto da Claire McAndrew, economista della cultura, specializzata nel mercato dell'arte e fondatrice di 'Arts Economics', e commissionato da 'The European Fine Art Foundation', ente organizzatore di 'The European Fine Art Fair' (Tefaf), la fiera mondiale dedicata al settore, che apre al pubblico nella città olandese oggi, per continuare sino al 23 marzo, presso il Mecc (Maastricht Exhibition and Congress Centre).

Il Rapporto sul mercato dell'arte 2014, con un focus su Stati Uniti e Cina, infatti, evidenzia che le vendite totali del mercato internazionale dell'arte e dell'antiquariato hanno raggiunto la cifra di 47,4 miliardi di euro nel 2013, con un incremento dell'8% rispetto all'anno precedente. Questo dato è solo leggermente al di sotto del record di tutti tempi di 48 miliardi di euro, raggiunto nel 2007 proprio prima della crisi economica globale che nel 2009 fece contrarre il mercato a 28,3 miliardi di euro.

Si calcola che nel mondo vi siano almeno 600mila collezionisti di medio o alto livello, tra i 32 milioni di milionari nel mondo, il 42% dei quali negli Stati Uniti, stimati nel 2013. E il giro d'affari del mercato globale dell'arte, nel 2013, ha direttamente sostenuto 2,5 milioni di posti di lavoro, dei quali oltre 400mila nell'Unione europea, 587.000 negli Stati Uniti e 300.000 in Cina. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza