cerca CERCA
Martedì 02 Marzo 2021
Aggiornato: 17:57
Temi caldi

Artmarket.com promuove la trasparenza del mercato dell'arte grazie alle iscrizioni Artprice

11 febbraio 2021 | 15.10
LETTURA: 6 minuti

PARIGI, 11 febbraio 2021 /PRNewswire/ -- Diversamente da come ci si aspetterebbe, la dematerializzazione delle aste non ha migliorato di molto la trasparenza del mercato secondario dell'arte. Sicuramente non è mai stato così facile fare un'offerta per un'opera d'arte, ma le informazioni nei cataloghi d'asta necessarie per apprezzare tutta la qualità di un'opera e stimarne accuratamente il valore non sono più precise di prima.

In alcuni casi, poi, non è più possibile avere un contatto reale con un determinato lotto prima che venga messo all'asta. Artprice sta quindi moltiplicando i suoi sforzi per offrire ai propri iscritti una gamma completa di strumenti per poter seguire tutte le opere messe in vendita all'asta e comprenderne appieno l'evoluzione dei prezzi.

Price Index for Christopher Wool – Base 100 in January 2000.

 

«Le aste online non hanno ancora mostrato tutte le loro credenziali» dichiara thierry Ehrmann, presidente e fondatore di Artmarket.com e del suo dipartimento Artprice. «C'è ancora una certa diffidenza rispetto alla qualità dei lotti inclusi nelle sessioni esclusivamente online. In particolare, si sente dire che le stime non vengano superate così spesso come nelle aste live. Ad ogni modo, i risultati per il 2020 mostrano che tutti gli indicatori del mercato si trovano in territorio positivo. Anche l'indicatore più delicato – il livello degli invenduti – è rimasto perfettamente stabile».

Ancora troppo presto per trarre delle conclusioni...

Il mercato di fascia alta è rimasto particolarmente indietro negli ultimi 12 mesi. Ad esempio, il fatturato annuo di Jeff Koons è calato del 97% nel 2020. Durante l'anno, sono andate all'asta solo pochissime delle sue opere maggiori, e tra queste, le due con le stime più elevate non sono state aggiudicate durante le sessioni live "normali". Chiaramente, chi possiede le opere di Jeff Koons preferisce aspettare.

Come già illustrato nel 1986 da William Baumol nell'articolo Unnatural Value, esiste una sorta di monopolio per ogni singola opera d'arte. Possedere un'opera unica, oppure realizzata in pochissime copie, introduce necessariamente una specie di asimmetria delle informazioni.  Fortunatamente tale asimmetria può essere ridotta avendo a disposizione una fonte di informazioni oggettiva e attendibile, come quella offerta da Artmarket.com attraverso le iscrizioni Artprice. I suoi database elencano sistematicamente (senza preconcetti o preferenze) tutte le aste pubbliche di opere d'arte, migliorando così la chiarezza del processo di costruzione dei prezzi.

Due tipologie di informazioni fondamentali

Le aste rappresentano il settore del mercato dell'arte considerato il più trasparente, in quanto la descrizione dei lotti e i risultati devono essere resi pubblici.  Ma non tutte le informazioni utili sono sempre presenti in un catalogo, come ad esempio l'identità del precedente proprietario dell'opera. Inoltre, i siti web degli organizzatori delle aste – anche quelli delle maggiori case d'asta – rendono molto difficile la ricerca di informazioni sulle vendite passate di opere simili. 

Il concetto di "trasparenza" del mercato suggerisce principalmente due tipologie di informazioni aggiuntive che devono essere facilmente accessibili: le caratteristiche di tutti i prodotti, ma anche, per ognuno di essi, le quantità offerte e ricercate in seguito. 

Il vantaggio dei servizi offerti dall'iscrizione ad Artprice è il fatto che si basano su una raccolta completa e strutturata di tutti i risultati delle aste pubbliche di tutto il mondo. La standardizzazione delle caratteristiche principali delle opere d'arte – dimensioni, anno di creazione, stime d'asta, riferimenti ai cataloghi ragionati, ecc. – rende più facile identificare quelle che corrispondono a determinati criteri di ricerca.

Poiché il numero dei risultati può rivelarsi molto elevato, Artprice mette a disposizione dei propri iscritti ("Avanzati" e "Professionali") una serie completa di statistiche interattive per ogni artista. Questi dati forniscono una panoramica globale ed essenziale delle vendite passate che comprende l'evoluzione cronologica dei prezzi, la distribuzione geografica e le classificazioni per fascia di prezzo e categoria (mezzo espressivo). 

Una maggiore fluidità, ma non una maggiore trasparenza

La digitalizzazione di cataloghi delle vendite e la proliferazione delle piattaforme d'asta hanno sicuramente migliorato la fluidità del mercato. Ma i costi delle transazioni non sono affatto diminuiti, anzi, sono aumentati. Inoltre, le informazioni divulgate dalle case d'asta non sono particolarmente dettagliate. Artprice ha comunque notato un'eccezione: alcuni organizzatori hanno iniziato a indicare il numero di offerte registrate per ciascun lotto durante una vendita online, fornendo in questo modo una misura aggiuntiva dell'interesse del mercato.

Al fine di rimanere indipendente, Artprice ha scelto di non consentire di fare offerte direttamente sulla sua piattaforma, ma ha preferito fornire i link diretti ai siti web delle case d'asta partner. Artmarket.com e Artprice stanno quindi facendo tutto il possibile per fornire servizi complementari a quelli offerti dalle case d'asta, mettendo a disposizione di tutti gli operatori del mercato dell'arte una piattaforma di informazione affidabile e imparziale.

Artprice intende garantire ai suoi iscritti un accesso illimitato a tutti i risultati delle vendite passate (comprese quelle catalogate nelle pubblicazioni di Enrique Mayer dal 1962 e quelle del celebre "Dizionario delle vendite d'arte, 1700-1900" di Hippolyte Mireur), di tutte le vendite future e di tutti gli strumenti di supporto decisionale.

Immagini:[https://imgpublic.artprice.com/img/wp/sites/11/2021/02/1-artmarket-artprice-christopher-wool-price-index.png]

[https://imgpublic.artprice.com/img/wp/sites/11/2021/02/2-artmarket-artprice-transparency.jpg]

Copyright 1987-2021 thierry Ehrmann www.artprice.com - www.artmarket.com 

econometrics@artprice.comhttps://www.artprice.com/demohttps://www.artprice.com/subscription

A proposito di Artmarket:

Artmarket.com è quotata su Eurolist di Euronext Parigi, SRD long only e Euroclear: 7478 – Bloomberg: PRC – Reuters: ARTF.

Scopri Artmarket e il suo dipartimento Artprice in video: https://www.artprice.com/video

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, è stata fondata nel 1997 dal CEO thierry Ehrmann. Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, è controllata dal Groupe Serveur, creato nel 1987.

Biografia certificata Who's Who ©:

https://imgpublic.artprice.com/img/wp/sites/11/2019/10/biographie_oct2019_WhosWho_thierryEhrmann.pdf

Artmarket è un operatore globale del Mercato dell'Arte che comprende, tra le altre strutture, il dipartimento Artprice, leader mondiale nella raccolta, gestione e utilizzo delle informazioni sul mercato dell'arte storico e attuale in banche dati che contengono più di 30 milioni di indici e risultati di aggiudicazione, per oltre 748.000 artisti.

Artprice Images® consente l'accesso illimitato alla più grande banca immagini al mondo dedicata al Mercato dell'Arte: ben 180 milioni di fotografie digitali o riproduzioni incise di opere d'arte dal 1700 fino a oggi, corredate dai commenti dei nostri storici dell'arte.

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, raccoglie dati su base permanente da 6300 Case d'Asta e produce informazioni chiave sul Mercato dell'Arte per le principali agenzie di stampa e comunicazione (7.200 pubblicazioni). I 4,5 milioni di utenti registrati hanno accesso agli annunci pubblicati dagli altri utenti registrati. Oggi questa rete rappresenta il Global Standardized Marketplace®, leader nella compravendita di opere d'arte a un prezzo fisso o di offerta (aste regolate dai paragrafi 2 e 3 dell'Articolo L 321.3 del Codice di Commercio Francese).

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, ha ricevuto il marchio di Stato "Società Innovativa" dalla Banca Pubblica di Investimento (BPI) (per la seconda volta nel novembre del 2018 per altri 3 anni), che sostiene la società nel progetto di consolidamento della sua posizione come operatore globale del mercato dell'arte.

Rapporto 2019 sul Mercato Globale dell'Arte di Artprice, Artmarket, pubblicato nel febbraio del 2020:

https://www.artprice.com/artprice-reports/the-art-market-in-2019

Indice dei comunicati stampa pubblicati da Artmarket con il suo dipartimento Artprice:

http://serveur.serveur.com/press_release/pressreleaseen.htm

Segui tutte le notizie sul Mercato dell'Arte in tempo reale con Artmarket e il suo dipartimento Artprice su Facebook e Twitter:

https://www.facebook.com/artpricedotcom/ (4,9 milioni di follower)

https://twitter.com/artmarketdotcom

https://twitter.com/artpricedotcom

Scopri l'alchimia e l'universo di Artmarket e del suo dipartimento http://web.artprice.com/video con sede presso il celebre Museo di Arte Contemporanea l'Organe "La Demeure du Chaos" (New York Times dixit): https://issuu.com/demeureduchaos/docs/demeureduchaos-abodeofchaos-opus-ix-1999-2013

L'Obs - Il Museo del Futuro: https://youtu.be/29LXBPJrs-o

https://www.facebook.com/la.demeure.du.chaos.theabodeofchaos999

(4,4 milioni di follower)

https://vimeo.com/124643720

Photo: https://mma.prnewswire.com/media/1435671/Artmarket_image_1.jpg  Photo: https://mma.prnewswire.com/media/1435672/Artmarket_image_2.jpg  Logo: https://mma.prnewswire.com/media/1009603/Art_Market_logo.jpg

Contatta Artmarket.com e il suo dipartimento Artprice - Contatti: thierry Ehrmann, ir@artmarket.com  

 

Artprice: the world leader in Art Market information.

 

 

 

Art_Market_logo

 

 

 

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza