cerca CERCA
Martedì 09 Agosto 2022
Aggiornato: 12:29
Temi caldi

A.Saudita: al-Qaeda, Riad al soldo Usa contro gruppi islamici

01 aprile 2014 | 10.48
LETTURA: 2 minuti

(Aki) - Le nuove misure anti-terrorismo adottate dall'Arabia Saudita dimostrano che il Paese è al soldo degli Stati Uniti e mai tollerera' gruppi islamici. E' quanto sostiene la rete di al Qaeda nella Penisola Arabica, che con un comunicato pubblicato su Internet ha anche contestato la decisione di Riad di riconoscere i Fratelli Musulmani come un'organizzazione terroristica. ''Sono impiegati della Casa Bianca'', ha detto l'alto esponente di al-Qaeda nella Penisola Arabica Ibrahim al-Rubaysh a proposito delle autorita' di Riad in un comunicato audio postato online. Per Riad, ha aggiunto, gli Stati Uniti sono ''dio''. E rivolgendosi ai predicatori musulmani in Arabia Saudita Rubaysh ha detto: ''siete piu' americani degli stessi americani''.

Lo scorso 3 febbraio l'Arabia Saudita ha annunciato pene serve per i propri connazionali che si uniscono a gruppi militanti all'estero e il 7 marzo il ministero degli Interni ha designato diversi movimenti, tra cui i Fratelli Musulmani, come organizzazioni terroristiche. In base alla nuova normativa, ogni cittadino saudita che combatte all'estero rischia fino a 20 anni di carcere. Si tratta di una disposizione adottata per scongiurare, tra gli altri, la partecipazione di sauditi nella guerra siriana, il che potrebbe causare anche un 'estremismo di ritorno'. Secondo il ministero degli Interni di Riad sono circa 1.200 i sauditi che combattono in Siria, nonostante le autorita' religiose saudite abbiano emesso fatwe contrarie.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza