cerca CERCA
Mercoledì 29 Settembre 2021
Aggiornato: 00:01
Temi caldi

Asi, Bugno in bilico

09 aprile 2019 | 12.41
LETTURA: 2 minuti

Si va verso un nuovo rinvio della nomina della consigliera di Tria al consiglio dell'Agenzia spaziale italiana

alternate text
FOTOGRAMMA - FOTOGRAMMA

Si va verso un nuovo rinvio della nomina di Claudia Bugno al consiglio dell’Agenzia spaziale italiana. A quanto apprende l’Adnkronos, la designazione della consigliera del ministro Giovanni Tria, indicata all’Asi dopo il passo indietro della stessa su Stm, non dovrebbe essere ratificata dal Comitato interministeriale dell’Agenzia che è tutt’ora in corso.

E dietro il nuovo rinvio - a quanto apprende l'Adnkronos da fonti M5S- si celerebbe sempre il complicato rapporto tra Tria e il Movimento. Mentre la settimana scorsa il comitato non si era tenuto perché tutti i ministri 5 Stelle che lo compongono si erano detti indisponibili, oggi il comitato dovrebbe confermare la nomina del presidente dell’Asi e di tutti i membri del cda ad eccezione di Bugno, la cui nomina dovrebbe essere "rinviata per necessari ulteriori approfondimenti", spiegano fonti di governo M5S all’Adnkronos.

Il comitato dell'Asi, presieduto dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, è composto da 12 ministri - quasi tutti i responsabili dei vari dicasteri eccezion fatta per alcuni 'fuori tema', ad esempio i titolari della Famiglia e della Giustizia - più il presidente della conferenza Stato-Regioni.

A sollevare dubbi sull'opportunità di nominare Bugno in Asi non ci sarebbe solo il M5S ma anche la Lega, il che rende la posizione della fedelissima di Tria ancor più in bilico. Ad avanzare la richiesta di maggiori approfondimenti -a quanto si apprende- sarebbe stato lo stesso Giorgetti, a capo del comitato interministeriale. Che ha così proceduto alla nomina del presidente e di ben tre consiglieri su quattro, lasciando al momento Bugno fuori dal board.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza