cerca CERCA
Mercoledì 30 Novembre 2022
Aggiornato: 18:52
Temi caldi

Rai: Testa, assolutamente contrario a canone in bolletta

21 novembre 2014 | 12.16
LETTURA: 2 minuti

"C'è un evidente problema di legittimità e c'è una grande complicazione burocratica, oltre a costi pesantissimi per le aziende", spiega all'Adnkronos.

alternate text

Assoelettrica boccia l'ipotesi di far pagare il canone Rai con la bolletta della luce. E' allo studio del governo, che vorrebbe introdurla con un emendamento alla legge di stabilità, ora all'esame della Camera. Come spiegato dal viceministro all'Economia, Enrico Morando, durante l'esame in commissione Bilancio, l'intenzione sarebbe quella di abbinare il canone Rai alle bollette delle utenze e finanziare con parte delle maggiori entrate le tv e le radio locali.

Oggi arriva, netto, il no dell’Associazione Nazionale delle Imprese Elettriche che riunisce circa 120 imprese che operano nel libero mercato assicurando circa il 90% dell’energia elettrica generata sul territorio nazionale. "Sono assolutamente contrario. C'è un evidente problema di legittimità e c'è una grande complicazione burocratica, oltre a costi pesantissimi per le aziende", scandisce all'Adnkronos il presidente Chicco Testa. Il manager riassume la sua posizione con una provocazione: "cosa succede se un utente non paga il canone Rai, gli viene automaticamente staccata l'elettricità?".

No secco anche dalle associazioni dei consumatori. "E’ balzana ed illegale l’idea di addossare sulle bollette elettriche l’ennesimo, assurdo, odioso balzello, per far pagare il canone Rai, con arbitraria norma ad hoc nella Legge di Stabilità, anche a famiglie, cittadini, consumatori ed utenti che non hanno la televisione, imponendo alle aziende elettriche l’ingrato compito di fungere da esattori", denunciano Adusbef e Federconsumatori.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza