cerca CERCA
Lunedì 21 Giugno 2021
Aggiornato: 00:15
Temi caldi

AstraZeneca sospeso, Bassetti: "Decisione di pancia e non di testa"

16 marzo 2021 | 15.31
LETTURA: 2 minuti

L'infettivologo all'Adnkronos Salute: "Vaccinate 17 milioni di persone e i benefici superano di gran lunga i rischi"

alternate text
- (FOTOGRAMMA)

Lo stop in via precauzionale al vaccino AstraZeneca, sospeso dall'Italia e da altri Paesi europei, "sta creando un cortocircuito informativo-mediatico che naturalmente è più dalla parte della politica che dalla scienza. La decisione di fermare il vaccino è più di pancia che di testa". Lo afferma all'Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova e componente dell'Unità di crisi Covid-19 della Liguria, tornando sullo stop in via precauzionale deciso dall'Aifa. "I numeri ci dicono che sono state vaccinate 17 milioni di persone e i benefici superano di gran lunga i rischi".

Leggi anche

"Chi ha fatto il vaccino AstraZeneca può stare tranquillo. Io mi sento di rassicurare dall'alto delle 17 milioni di dosi somministrate in Europa. E' un numero importante con meno di 1 effetto avverso grave ogni 10mila immunizzazioni - dice ancora -. E' chiaro che i vaccini hanno benefici e rischi che vanno pesati. Ma non abbiamo altri strumenti per uscire dalla pandemia".

"Ora si istituisca immediatamente un numero verde con migliaia di operatori del ministero della Salute, di Aifa e anche di AstraZeneca, che diano insieme risposte alle persone, se ne hanno, in maniera chiara e rapida. Perché se da giovedì ripartirà la campagna vaccinale i cittadini devono essere informati per bene" ha detto ancora all'Adnkronos Salute Bassetti, che già sabato aveva lanciato la richiesta, all'indomani del ritiro di un lotto del vaccino, e ora ribadisce la richiesta, oggi ancora più urgente e necessaria.

"Quando su un vaccino si assiste ad un cambio repentino di decisioni in un mese, i cittadini si confondono. La sera si dice che va bene e la mattina dopo non va più bene. L'Oms dice 'continuate la campagna vaccinale' e gli altri dicono no. Questa contrapposizione non aiuta e la gente non capisce più nulla", conclude Bassetti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza