cerca CERCA
Giovedì 24 Giugno 2021
Aggiornato: 01:01
Temi caldi

AstraZeneca sospeso, Ema: "Benefici vaccino superano rischi"

16 marzo 2021 | 13.00
LETTURA: 2 minuti

L'agenzia europea del farmaco: "Indagini su lotti specifici". Giovedì pomeriggio il 'verdetto' degli esperti

alternate text
- (Afp)

"Ema valuta tutti gli possibili effetti collaterali del vaccino AstraZeneca. Indaghiamo sulla possibilità di eventi legati a lotti specifici". La direttrice esecutiva dell'Ema, Emer Cooke, si esprime così in videoconferenza dopo i provvedimenti con cui diversi paesi, Italia compresa, hanno sospeso l'uso del vaccino AstraZeneca. "I nostri esperti si riuniscono anche oggi per analizzare dati e informazioni provenienti dai vari paesi" e forniranno le proprie conclusioni giovedì in relazione ad eventi avversi che potrebbero essere associati alla somministrazione del farmaco. L'esito dell'analisi verrà comunicato probabilmente "nel pomeriggio" del 18 marzo.

Leggi anche

"Sono inevitabili rari episodi gravi quando si vaccinano milioni di persone", spiega, evidenziando che allo stato attuale "non ci sono indicazioni che il vaccino AstraZeneca abbia causato problemi". "L'incidenza di eventi tromboembolici nei soggetti che hanno ricevuto il vaccino AstraZeneca non più alta rispetto alla popolazione" non vaccinata, afferma Cooke, ribadendo che "i benefici del vaccino superano i rischi".

"Attualmente, non c'è alcuna indicazione che la vaccinazione" con il siero anti-Covid di Astrazeneca "abbia provocato queste condizioni", gli eventi tromboembolici, talora fatali. "Non sono emersi nei trial clinici - continua Cooke - e non sono compresi come effetti collaterali conosciuti o attesi con questi vaccini. Nei trial clinici, sia le persone vaccinate che quelle che hanno ricevuto un placebo hanno registrato numeri molto piccoli di sviluppi legati alla coagulazione del sangue".

Cooke sottolinea che "il numero di eventi tromboembolici nella popolazione vaccinata sembra non essere più elevato di quello che si osserva nella popolazione in generale", cioè l'incidenza tra i vaccinati delle trombosi è analoga o più bassa di quella che si riscontra nell'intera popolazione. "Non devo ricordare io - prosegue Cooke - che la Covid-19 è una crisi globale, con impatti sociali ed economici devastanti e continua a costituire un grande onere per i sistemi sanitari europei". "I vaccini contro la Covid-19 - sottolinea - aiutano a proteggere gli individui dalla malattia, specialmente i lavoratori della sanità e gli anziani. E' una considerazione molto importante nella nostra valutazione del rapporto tra benefici e rischi".

L'Ema ieri ha reso noto che "il comitato per la sicurezza (Prac) esaminerà ulteriormente le informazioni" sul vaccino AstraZeneca nella giornata di oggi e "ha convocato una riunione straordinaria giovedì 18 marzo per concludere su quanto raccolto e su qualsiasi ulteriore azione che potrebbe essere necessaria".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza