cerca CERCA
Sabato 26 Novembre 2022
Aggiornato: 08:10
Temi caldi

Conte: "Nessuno stop a Quota 100"

07 aprile 2019 | 17.28
LETTURA: 5 minuti

Il premier sull'autonomia: "Si farà e ci stiamo lavorando, abbiamo preso un impegno di governo solenne". Al Vinitaly la consegna dell'attestato di Sommelier Onorario. "E' un mio sogno" dice scherzando il Presidente del Consiglio

alternate text
Foto Adnkronos

"Non è una idea che mi è stata presentata, non l'abbiamo valutata e francamente non è all'ordine del giorno. Ho preso un impegno con gli italiani per cui quota 100 è triennale e questa è l'ultima determinazione che abbiamo assunto come governo". E' quanto ha assicurato il premier Giuseppe Conte dal Vinitaly respingendo le ipotesi di uno stop a questa misura. "Questo governo è a favore della crescita economica, ma questa deve essere coniugata allo sviluppo sociale, quindi, come decisore politico ho la responsabilità di far crescere il Pil, e l'ho detto anche davanti agli imprenditori, ma devo anche guardare all'equità sociale. Ho questo imperativo sociale che significa anche che le nostre politiche economiche e sociali devono confrontarsi tra crescita economica, Pil senz'altro, ma anche sviluppo sociale". A proposito delle "stime europee e internazionali", dice, "ce ne sono alcune più pessimistiche e altre un po' più ottimistiche, ovviamente il tutto rientra in una congiuntura economica internazionale che oggi non è favorevole e speriamo che la guerra dei dazi finisca presto". "Dobbiamo adesso concentrarci su quelle misure che consentano di reagire al rallentamento economico che deriva da questa congiuntura internazionale non favorevole".

TRIA - Il ministro dell'Economia, assicura il premier, "rimarrà al suo posto, svolge il suo incarico quotidianamente e non è pensabile che ogni giorno debba ricevere costantemente nuova e rinnovata fiducia. Non c'è assolutamente nessuna prospettiva per cui si debba rinnovare la fiducia ogni giorno".

EVITARE AUMENTO IVA -"Lo escluderemo e faremo di tutto per impedirlo, come abbiamo fatto l'anno scorso - ha detto il premier Conte -. Le clausole che abbiamo inserito sono rivolte appunto a prevenire l'incremento dell'Iva. Non sarebbe sicuramente una decisione auspicabile nell'interesse del sistema economico del Paese".

LA REPLICA AGLI IMPRENDITORI - "Bocciare, approvare... siamo stati votati il 4 marzo e adesso abbiamo un mandato: lavorare e operare nell'interesse degli italiani, non degli imprenditori grandi o piccoli che siano, ma di tutti gli italiani". Cosi il premier Giuseppe replica al giudizio negativo emerso a Cernobbio nei confronti dell'operato del governo da parte degli imprenditori. "E mi sembra di poter dire che negli ultimi tempi stiamo varando tantissime misure nell'interesse di tutti e del Paese".

AUTONOMIA - "Per l'autonomia questo governo ha una sola parola: si farà e ci stiamo lavorando". E' quanto ha assicurato il premier Giuseppe Conte nel corso della sua visita al Vinitaly, arrivando allo stand del Veneto accolto dal governatore Luca Zaia per poi brindare con le 'bollicine solidali' del vino veneto. "Dobbiamo interloquire con il parlamento che cede delle competenze e vuole essere un interlocutore attivo,e non subire solo il processo, ma abbiamo preso un impegno di governo solenne e lavoreremo per esaudire questa richiesta". Il presidente del consiglio ha visitato lo stand del Veneto, primo produttore vincolo d'Italia, accolto dal Presidente della Regione, presente anche il Ministro delle Politiche Agricole e Forestali, Gian Marco Centinaio. Il governatore, facendo riferimento alle 40.000 bottiglie di solidarietà per le popolazioni colpite dalla tempesta 'Vaia' che hanno caratterizzato l'inaugurazione della mattinata, ha tenuto a ringraziare personalmente a nome di tutto il popolo veneto il presidente del Consiglio per quanto il governo ha voluto e saputo fare insieme al Dipartimento per la Protezione Civile. ''Al premier - ha detto il governatore - ho anche ricordato che questo deve essere l'anno dell'autonomia del Veneto. Conte ha risposto - e lo ringrazio doppiamente - che il Governo ha una parola sola e che sicuramente l'autonomia arriverà. Ha poi avuto parole di grande elogio per la vivacità della nostra economia, in particolare nel settore vitivinicolo, che contribuisce al Pil dell'Italia in modo determinante''.

SOMMELIER ONORARIO - "Oggi il riconoscimento al presidente Giuseppe Conte dell'onorificenza di Sommelier Onorario rappresenta per la nostra Associazione un importante attestato di stima e fiducia". Così Luigi Terzago, presidente Nazionale Fisar, in occasione dell'incontro istituzionale tenutosi presso l'area del ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo durante la visita del Presidente del Consiglio dei Ministri alla 53esima edizione del Vinitaly con la consegna dell'attestato di sommelier onorario al premier.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza