cerca CERCA
Domenica 26 Giugno 2022
Aggiornato: 22:07
Temi caldi

Avanza alle Egadi il progetto dell'Enea un per turismo più sostenibile

12 settembre 2014 | 13.56
LETTURA: 2 minuti

Installati nell'isola di Favignana un impianto pilota di compostaggio per il trattamento dei rifiuti organici urbani e una casetta per la distribuzione dell'acqua

alternate text
Favignana (Adnkronos)

Avanza il progetto realizzato dall'Enea per un turismo più sostenibile nell'arcipelago siciliano delle Egadi. L'obiettivo del progetto, che rientra nell'ambito del più ampio programma "Eco-innovazione Sicilia", è fare fronte al grande afflusso estivo di turismo che vede alzare le presenze nella sola isola di Favignana dalle 4.500 abituali dei residenti fino alle 60.000 dei periodi di vacanza. Ed i passi avanti compiuti dai tecnologi ed esperti dell'Enea con gli enti locali si vedono.

Nell'isola sono infatti stati già installati un impianto pilota di compostaggio per il trattamento dei rifiuti organici urbani e una casetta per la distribuzione dell'acqua, abbattendo così l'uso di bottigliette di plastica. I risultati del 'Progetto per un Turismo sostenibile nell'arcipelago delle isole Egadi' sono stati presentati oggi a Favignana.

"Questo progetto -spiega l'Enea- nasce dalla grande affluenza estiva di turisti su un'isola che arriva ad ospitare fino a 60.000 persone al giorno a fronte degli abituali 4.500 residenti, con ricadute negative per l'ambiente". Il progetto prevede "la realizzazione di interventi sulla gestione sostenibile delle risorse idriche, del ciclo dei rifiuti e delle risorse naturali anche attraverso studi sulla qualità dell'ambiente marino e costiero" sottolinea l'Enea.

Dunque un turismo più sostenibile alle Egadi non è più solo un progetto sulla carta. "A Favignana -riferisce l'Enea- sono stati già installati un impianto pilota di compostaggio per il trattamento dei rifiuti organici urbani e una casetta per la distribuzione dell'acqua ai cittadini con l'obiettivo di ridurre le bottigliette di plastica, che costituiscono un rifiuto considerevole per l'isola". E non solo.

In collaborazione con l'Area Marina Protetta, "è inoltre stato avviato un percorso di certificazione ambientale per la salvaguardia del territorio e la creazione di marchi locali di qualità ambientale per le principali attività turistiche del luogo" aggiunge l'Enea spiegando che si parte dalla "ricettività e dalla ristorazione, passando alle visite guidate, ai centri di immersione, al trasporto passeggeri", dando ampio spazio alla pesca, al noleggio e locazione di unità navali, al noleggio di auto, moto e bici e ai servizi di ormeggio".

Queste attività dell'Agenzia Nazionale per le Nuove tecnologie, l'Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile guidata dal nuovo commissario Federico Testa, si inseriscono tra le iniziative avviate dall'Enea nel Mezzogiorno e sono finanziate dalla Legge finanziaria 2010, con modifiche inserite nella Legge di stabilità 2011, che mira a incentivare interventi coordinati in materia di tutela ambientale e di sviluppo di metodologie e tecnologie innovative, per promuovere lo sviluppo del tessuto produttivo del Meridione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza