cerca CERCA
Lunedì 30 Gennaio 2023
Aggiornato: 22:12
Temi caldi

La guerra dei dazi affossa le Borse

25 giugno 2018 | 17.44
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Le borse europee chiudono in calo sui timori delle conseguenze di una battaglia commerciale internazionale. La guerra dei dazi e il timore di un nuovo giro di vite sul comparto tecnologico da parte degli Usa penalizzano i listini. A fine seduta Milano cede il 2,44% a quota 21.355, con lo spread tra Btp e Bund tedeschi in aumento a 251 punti base e un rendimento del 2,83%. Londra cede il 2,24%, Francoforte lascia sul terreno il 2,46%, Parigi perde l'1,92%.

Sul mercato valutario il cambio euro/dollaro è stabile a 1,169. In flessione il prezzo del petrolio, dopo che l'Opec e altri Paesi produttori di greggio hanno concordato di aumentare la produzione. A Piazza Affari crolla Prysmian -10% a 20,88 euro, dopo aver registrato problemi sulla funzionalità del cavo di collegamento sottomarino tra Scozia e Galles e aver annunciato una revisione al ribasso dell'Ebitda rettificato in un range compreso tra 860 milioni e 920 milioni di euro.

In flessione il comparto auto e quello bancario (indice -2,60%). Vendite su Unipol -6,15%, in rosso anche Stm -4,81% e Tenaris -4,27%. Tra i bancari male Banco Bpm -3,64% e Mediobanca -3,46%. In un listino principale completamente in rosso, limitano le perdite sotto il mezzo punto percentuale Campari, Snam, Terna e Italgas.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza