cerca CERCA
Martedì 30 Novembre 2021
Aggiornato: 07:48
Temi caldi

Avvocato Corte Ue: "Dubbie le norme italiane sul digitale terrestre"

30 marzo 2017 | 11.48
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(FOTOGRAMMA) - (FOTOGRAMMA)

E' "possibile" che la legislazione italiana sull'attribuzione dei diritti d'uso delle frequenze televisive del digitale terrestre sia "in parte incompatibile" con il diritto comunitario. E' la conclusione cui è giunto l'avvocato generale della Corte di Giustizia dell'Ue, Juliane Kokott, in due cause, la prima delle quali vede Europa Way e Persidera (joint venture tra Telecom Italia e L'Espresso) da una parte e l'Agcom dall'altra. La seconda coinvolge solo Persidera e l'Agcom.

Le conclusioni dell'avvocato generale non vincolano la Corte, ma propongono una soluzione giuridica nella causa.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza