cerca CERCA
Domenica 03 Luglio 2022
Aggiornato: 22:26
Temi caldi

Calcio: Baldissoni, campionato non è finito e Roma tornerà a vincere

02 febbraio 2015 | 12.16
LETTURA: 3 minuti

Il dg giallorosso parla del momento di appannamento della squadra, reduce dal mezzo passo falso in campionato contro l'Empoli: "Paghiamo anche i molti infortuni, ma ci sono nuovi giocatori in arrivo e le ambizioni sono intatte". Massima fiducia in Garcia: "Per lui parlano i numeri"

alternate text
Il tecnico della Roma, Rudi Garcia - INFOPHOTO

"Noi siamo più incazzati dei tifosi, ma il campionato non è finito". Il dg giallorosso Mauro Baldissoni si esprime così sul momento no della Roma, reduce dal mezzo passo falso casalingo contro l'Empoli in campionato. Il distacco dalla Juventus è sempre di 7 punti e per Baldissoni la lotta per il titolo è ancora aperta.

Leggi anche

"Se ci sono aspettative molte alte che poi non vengono realizzate vuol dire che stiamo lavorando bene", sottolinea il dirigente, che ai microfoni di Roma Radio indica nei "molti infortuni" una delle cause della crisi: "Iturbe dovrà stare fuori per diverso tempo, sapevamo di perdere Gervinho e Keita per la Coppa d’Africa ma dovevano essere sostituiti da altri che sono infortunati. Così la squadra va in difficoltà e ci stanno momenti di appannamento e stanchezza, anche a fronte dei molti impegni", evidenzia il dg giallorosso.

"Ma la Roma mantiene intatte capacità, potenzialità e ambizioni. Nessuno qui ritiene che il campionato sia finito. Ci sono nuovi giocatori in arrivo e si lavora per cercare di tornare a vincere. Probabilmente non siamo stati particolarmente fortunati quest'anno, ma la qualità di giocatori e staff tecnico è elevatissima e siamo sicuri che si tornerà a vincere. I tifosi devono sapere che ogni volta che sono preoccupati, delusi e arrabbiati, noi lo siamo almeno dieci volte di più", è il messaggio di Baldissoni. Gli ultimi risultati al di sotto delle aspettative non hanno intaccato la fiducia della società nel tecnico Rudi Garcia.

"Alla fine a contare sono i numeri e i fatti. Basta andare a vedere quale è la sua media punti, il numero di partite vinte in questi due anni alla Roma per rendersi conto che è un grande allenatore. Ricordiamo poi che questo è l'inizio di un percorso, dobbiamo solo continuare a lavorare per migliorare sempre di più questa squadra e le sue ambizioni".

La Roma ha perso Destro, ceduto in prestito al Milan, e ha comprato Doumbia e Ibarbo: "Acquisti last-minute? No, ogni acquisto nasce da valutazioni e lunghi periodi di osservazione. Sabatini segue l'ivoriano dal almeno tre anni - precisa Baldissoni -, in passato il prezzo era molto elevato mentre in questa finestra di mercato si sono create le possibilità per prenderlo dal Cska Mosca". Il dg non si sbilancia sulla possibilità di ulteriori arrivi, ma avverte: "La Roma ha 29 giocatori in rosa, non possiamo aggiungerne all'infinito. Non possiamo sostituire ogni infortunato".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza